Valcamonica, la Lega promette battaglia sulla questione profughi

11

La Lega Nord camuna promette battaglia sulla questione dei profughi in arrivo nei comuni della valle. Ad annunciarlo è il segretario della sezione Capo di Ponte – Valsaviore Severino Damiolini, critica i soldi spesi per accogliere gli immigrati (1.200 euro per persona ogni mese, afferma) contrapponendoli al fatto che ai due municipi di Capo di Ponte e Sellero per il 2015 verranno infatti tagliati rispettivamente 94 mila e 117 mila euro.

ECCO IL TESTO INTEGRALE DEL COMUNICATO

Nei giorni scorsi stato diffuso l’elenco dei soggetti bresciani sottoscrittori dell’accordo finalizzato ad ospitare quelli che, di fatto, sono una parte dei clandestini sbarcati in questi mesi sulle nostre coste. Tra i comuni sottoscrittori che ricadono nel territorio di competenza della nostra sezione, figurano anche Sellero e Capo di Ponte i cui sindaci si sono impegnati ad accogliere sul territorio comunale i cosiddetti "profughi".

Crediamo che decisioni di questo tipo, prese in un momento tanto delicato e grave per l’economia del nostro Paese, con molte famiglie in seria difficoltà che alla politica e alle istituzioni (e i comuni sono quelle più vicine al cittadino) chiedono risposte e un sostegno economico, un lavoro, una casa, manifestando un terribile disagio che coinvolge tutta la comunità, lascino quantomeno perplessi.

Il primo dovere di un Sindaco deve essere quello di pensare prima di tutto ai propri concittadini ed alle loro necessità

Lo Stato centrale spreca risorse ed energie arrivando a offrire un pacchetto di sostentamento (biancheria, servizio di pulizia, abbigliamento adeguato alla stagione, pocket money di 2,5 euro al giorno, scheda telefonica, casa, zero spese per le bollette ecc.) ad ogni “profugo clandestino" accolto nelle strutture italiane e che ai cittadini costa circa 1.200 euro al mese.

Uno stato che contemporaneamente, non pensando ai bisogni delle nostre famiglie strangolate dalla crisi, taglia servizi (poste, tribunali, scuole) e risorse (il ministero ha ultimato nelle scorse settimane il calcolo sul fondo di solidarietà e gli altri trasferimenti da Roma ai comuni ed anche a Sellero e Capo di Ponte a è arrivata la doccia gelata, ai due municipi per il 2015 verranno infatti tagliati rispettivamente 94 mila e 117 mila euro) ai nostri comuni, che però a loro volta continuano a sottrarre risorse ai propri cittadini per destinarle alla cosiddetta "accoglienza", facendo finta di non vedere che dietro a quello che è un vero e proprio business si celano, spesso, interessi economici non indifferenti che fanno “ingrassare” le casse delle associazioni e delle cooperative che si occupano di questi disperati.

Per questi motivi, nei prossimi giorni, la sezione della Lega Nord di Capo di Ponte-Valsaviore si riunirà per valutare quali azioni intraprendere per far sì che i due comuni recedano dall’accordo e si facciano invece portavoce presso la prefettura e il Governo affinché i soldi spesi per mantenere gli immigrati clandestini, vengano impiegati per garantire l’identico sussidio di 35/40 euro al giorno ai disoccupati, ai cassaintegrati, alle casalinghe, ai disabili, ai pensionati, agli anziani e famiglie in difficoltà economica.

Severino Damiolini

Segretario Sezione Lega Nord Capo di Ponte – Valsaviore

Consigliere Comunale – Sellero

Delegato all’Unione dei Comuni della Valsaviore

Comments

comments

11 COMMENTS

  1. Sono soldi che entrano nelle casse del comune che ospita. Si può dare lavoro ai giovani che lavorano nell’accoglienza. Perché no? Sono soldi europei.

  2. Le risorse impiegate per la questione profughi saliranno sempre di più. Gli SPRAR come quello di Cellatica sono pozzi senza fondo. Senza bloccare le partenze e aiutare lo sviluppo dell'Africa non se ne esce

  3. Sempre più risorse per i comuni che ospitano, sempre più lavoro ai giovani che la lavorano nell’accoglienza con i soldi dell’Europa. Cosa vuoi di più?

  4. Ahhh,ahhh,ahhhhh…. .Accoglienza???Soldi dell’Europa???Lavoro per i giovani che lavorano per "l’accoglienza"…Sì , sì ,sì certo. Ma non Vi rendere conto che questi signori(fratellimigr anti) costano soldi e risorse alle nostre Comunità , soldi e risorse TOLTI ai nostri anziani e ai nosatri giovani. Possibile che non Ve ne rendete conto???O siete talmente accecati dalla propaganda e dalla disinformazione dei governi e dei mass media???

  5. Molti dei soldi che entrano nelle casse dello stato, provengono dalle tasse pagate dai lavoratori immigrati che versano molto più di quello che consumano (sono giovani). Investire in accoglienza conviene, creare disperati no. Se poi qualcuno ha qualche buona idea affinché i disperati del terzo mondo non migrino ma rimangano a casa loro, lo dica.

  6. Prima cosa non c'è lavoro x cui molti sono nulla facenti con le conseguenze relative .Poi in genere hanno famiglia con figli x cui visto che la donna NON PUÒ lavorare x una loro convinzione religiosa, non bastando il salario percepito , ricevono dai vari enti molti aiuti .Alla fine sono più gli aiuti che si danno che il peso delle tasse pagate con il loro lavoro !!!! Questo lo dicono vari osservatori non io

  7. il nostro "stato" ha sempre fatto a meno di questi signori. e ne potrebbe fare benissimo a meno anche adesso, l’incidenza di quanto danno rispetto a quanto ricevono è sicuramente a loro vantaggio (ricordati che se improvvisamente sparissero, i posti di lavoro sarebbero "appannaggio" di nostri connazionali). questi nuovi migranti/rifugiati/v isitatori che arrivano non producono, non versano nulla nelle casse statali e non "qualificano" con la loro presenza, tutt’altro, non offrono ma chiedono soltanto. Investire in accoglienza conviene??? A CHI??? ricordati che non è colpa dell’occidente e dell’italia in particolare se ci sono milioni di disperati, e sicuramente non è né matematico né scontato che dobbiamo essere noi a cercare una soluzione, anche perché l’accoglienza non è la soluzione, è solo un modo per tamponare e prendere tempo, oltre che per lavare la coscienza di qualcuno e per dare il contentino a qualcun altro!

  8. Eh già, tipo il sindaco leghista di Adro che comprava zerbini (ZERBINI!!!!) a 750 Euro cadauno, per rimanere nel "piccolo e locale"; Qualcuno sa che fine hanno fatto 1.550.000 Euro devoluti (ricordiamo la "devolution"?) alla Guardia Nazionale Padana?

  9. certo, se sparissero gli immigrati, i lavori sarebbero APPANNAGGIO di chi scrive il comunicato e dei suoi amici, gente dedita alle fatiche…di lavori piovuti dal cielo dalla politica

  10. dovete chiedervi quanto incassa il governo italiano dall onu per i profughi.che i cittadini italiani nn spendono niente a mantenerli.anzi e un affare per l italia.dovete chiedervi chi incassa quei soldi e dove vanno visto che il governo incassa al meno 7000 euro per ogni uno di loro. dove sono quei soldi??????????????? ???????????????????? ???????????????????? ???????????????????? ???????????????????? ???????????svegliate vi fuori basta una ricerca in internet e capite tutto… siamo nel 2015. non vorrei offendere nessuno… ma nn siamo piu nel medio evo. non e la scienza e una presa per il culo questa notizia.usano questi notizie per raggiungere i loro interesse non le ne frega niente del popolo italiano….

LEAVE A REPLY