Sette arresti in quattro anni, sempre libero dopo poco. Tunisino di nuovo nei guai

0

In quattro anni, dal 2011 ad oggi, è stato arrestato sette volte e denunciato altre tre. Il 40enne tunisino però in carcere ci è restato “solo” quattro mesi, per accumulo di pene. Nella maggior parte dei casi l’uomo è tornato in libertà poche ore dopo aver messo a segno il reato, che si trattasse di rapina o di spaccio.

Il tunisino però ha dimostrato domenica sera di non aver imparato dai propri errori. Si trovava in via Milano quando ha aggredito un coetaneo bresciano nel tentativo di rubargli il telefonino. Tra i due è nata una colluttazione e qualcuno ha chiamato la Polizia che, intervenuta sul posto, ha diviso i due e arrestato per l’ottava volta il tunisino, non senza difficoltà. Il nordafricano infatti ha sbattuto volontariamente la testa contro l’auto di servizio prima di essere ammanettato e condotto in commissariato.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. attendo ora che la CGIL gli porti un mazzo di fiori, che gli procuri l’avvocato per accuasare i cattivoni della polizia che lo perseguitano continuamente arrestandolo. Insomma poverino sarà libero di fare ciò che vuole o no. La polizia continuamente con questi arresti non sarà che è razzista? mentre il giudice una brava persona che lo lascia sempre libero, magari con le sue personali scuse? ironia la mia? voi che dite?

  2. o in Francia, o in Belgio, o in Olanda o addirittura nella Città Stato del Vaticano una cosa del genere non sarebbe ammissibile. non riusciamo a espellerne uno di delinquente, figuriamoci le migliaia e migliaia che ci ritroviamo in casa…

  3. Ancora nessun coccolaimmigratis ha lasciato il suo commento… saranno a lavorare??? Ah no scherzavo, quello è un optional, come la giustizia italiana!

  4. mandatelo a montecitorio come l’esempio del nulla che questo governaccio fa per le nostra sicurezza !!
    pluripregiudicat i ne abbiamo a centinaia di miglia , liberi , rifocillati , mantenuti , stipendiati con sussidi e altri ammennicoli vari , alle spalle di chi lavora e di chi deve subire ,subire e subire impotente a questo schifo di situazioni ! l’ italia non è il governo , l’ italia è questa e loro non vedono , non sentono , non parlano……….da indignarsi e buttarli fuori a pedate nelle strade delle città italiane , a piedi senza ayto blu ne scorta , di notte nelle stazioni , di giorno ovunque …….NON VOTIAMO PIU NESSUNO , DISERTIAMO I LORO INCIUCI E TRUCCHI E MANDAIAMOLI A LAVORARE I NOSTRI POLITICI…….VOI CHI SAITE , DOVE ANDIATE , IO SONO ARIATO CON VOI….QUANDO SI MANGIAAAAA….., prossimo inno della camera dei deputati , ‘presidente l’ Alieno di avanti un altro…è piu serio !!!!

LEAVE A REPLY