Raccolta rifiuti differenziata, Cigl: il porta a porta resta la via obbligata

0

Con un comunicato la Camera del Lavoro di Brescia interviene per ribadire la propria preferenza nei confronti di un futuro cambio di rotta nella raccolta differenziata, che il Comune ha ipotizzato combinata tra calotta e domiciliare, ma che il sindacato preferirebbe domiciliare pura.

DI SEGUITO IL TESTO INTEGRALE DEL COMUNICATO:

Lo sforzo di cambiamento che l’Amministrazione comunale si accinge ad adottare chiederebbe di scegliere il “porta a porta”da subito. Non perché è il preferito fra la cittadinanza, sappiamo bene che comporta difficoltà e un cambio di abitudini da accompagnare, ma perché è il più efficace, più sostenibile per la salute e l’ambiente e, nel breve-medio periodo, il più economico.

La scelta del sistema “combinato”, per i limiti riscontrati dove si è sperimentata la calotta, a prescindere dalle reali volontà attualmente in campo, resta una via transitoria.

A rendere tale il sistema “combinato” è il fatto che i cassonetti per “ indifferenziato” e “organico” rimangono in strada, per lo più calottizzati e dunque selettivi e meno “ricettivi”, con il rischio di favorire abbandoni o dispersione di rifiuti a scapito degli importanti obiettivi che l’amministrazione si propone in termini di raccolta differenziata.

Apprezziamo il suo sforzo, per altro perseguito all’interno di un percorso di confronto che sta animando la città, ed insieme la tensione fin qui dimostrata a garantire il decoro della città.

Ma proprio per questo e guardando alla necessità di non restare marginali o esclusi da quell’economia circolare che con la commercializzazione dei rifiuti differenziati e la loro trasformazione in materie prime derivate per il riuso e il riciclo, destinata ad affermarsi sempre di più con ritorni produttivi, economici ed ambientali, il sistema “porta a porta” resta la via obbligata per la sua capacità di garantire la migliore qualità della raccolta.

La posta in gioco è importante; l’investimento pubblico può e deve favorire lo sviluppo di attività per la trasformazione dei rifiuti e promuovere buona occupazione, tutelata e riconosciuta, a vantaggio della società bresciana e del suo ambiente.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Temo che la raccolta porta a porta a Brescia, porterà l'abbandono di immondizia in ogni angolo delle strade e non negli appositi contenitori… Condivido la scelta delle calotte, anche se di sicuro non garantiranno la percentuale necessaria di reciclo prefissata dalla Ue…

LEAVE A REPLY