Scontri in stazione nel 2012: condannati tredici antagonisti e tre assolti

17

Tredici condanne e tre assoluzioni. E’ quanto hanno deciso i giudici della seconda sezione penale del Tribunale di Brescia nel processo in cui erano imputati sedici giovani appartenenti ai movimenti studenteschi e all’area antagonista che, secondo quanto dichiarato dal pubblico ministero e riportayto sul Giornale di Brescia, avrebbero partecipato agli scontri con le forze dell’ordine che si sono verificati il 14 novembre del 2012 nel piazzale della stazione ferroviaria di Brescia.

Per i tredici condannati – tra i 5, i 4 e i 2 mesi di reclusione, il reato è di resistenza a pubblico ufficiale. Per nessuno di loro, invece, è scattato la condanna per lesioni visto che non è stato possibile stabilire con certezza da dove sono partite le bottiglie lanciate contro lo schieramento dei poliziotti e dei carabinieri.

Comments

comments

17 COMMENTS

  1. Basta guardarsi i video su youtube per vedere che gli studenti non si sono mossi e il solito dirigente della questura ha caricato senza motivo!!!

  2. eccoli i fankazzisti del no sempre e basta….no a tutto pur di creare soltanto disordini,,,per poi tornarsene tranquillamente a casina dal papi e da mami che la pappa è promta e calda …….e ritirarsi in cameretta per una comoda kanna in beata solitudine e meditare lle prossime avventure a volto coperto…….
    dovr este essere puniti spazzando le strade e ripulendo le aiuole per tre anni cinsecutivi , dalle 6 del mattino alle 20 ….così non avreste il tempo di guardare per aria ! buffoni

  3. Non avete nemmeno il coraggio delle vostre azioni. Siete fasulli e piagnoni. Io sto con le forze dell’ordine. Leggetevi Pasolini.

  4. Ahhh,ahhh, ahhhh finalmente avete trovato kel del formai…..Ahhh,ahhh , ahhh, siete i soliti piagnoni…Prima o poi , a furia di fare cazzate i danni si pagano….Suvvia, andate a piagnucolare dai Vostri compagni giornalisti e politici…..tanto va’ la gatta al lardo…..

  5. Purtroppo, caro utente "Censore" non si tratta di "Due pesi due misure"…. Il povero Paolo (se non ricordiamo male) fu massacrato di botte dalla Polizia e, purtroppo, "qualcuno" fece sparire i filmati…. Se non ricordiamo male i giudici giudicanti si rammaricarono di questo. Ma per Paolo, come ricordate giustamente NON VI FU GIUSTIZIA.Le situazione ci sembrano , oggettivamente , diversissime.

  6. Rob59 intendevo dire che per degli studenti qualsiasi sono arrivate le pene per un reato tutta de verificare (nel caso dei singoli) mentre quando i responsabili sono altri, ovvero chi ha il "potere" della legge dalla sua, ecco che tutto diventa complesso, nebuloso e mai si arriva ad una pena giusta. Questo mi fa schifo

LEAVE A REPLY