69enne di Carpenedolo vittima di una caduta mentre pota una pianta

0
Bsnews whatsapp

Stava lavorando in solitudine, dal cestello di una piattaforma, con forbici e tronchesino. Ad un tratto l’inspiegabile caduta, che non gli ha lasciato scampo. E’ morto sul colpo Daniele Nodari, agricoltore in pensione, 69enne, proprietario di un’azienda agricola in località Gerole a Carpenedolo.

I figli, che conducono l’azienda dove si alleva bestiame, quando si sono accorti dell’incidente hanno immediatamente lanciato l’allarme. Sul posto è arrivata un’ambulanza assieme ad una pattuglia dei carabinieri di Desenzano, ma purtroppo per il signor Nodari non c’era più nulla da fare. 

Tra le prime ipotesi all’origine dell’incidente potrebbe esserci un movimento sbagliato, oppure una semplice perdita di equilibrio, anche se non si può escludere del tutto la possibilità di un malore fatale e la conseguente caduta per la perdita dei sensi. L’altezza dalla quale è caduto il 69enne infatti è solo di due metri.
(Red.)

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. …piangendo l’ennesima vittima sul lavoro, in occasione della scadenza dei ripassi nell’uso di attrezzature speciali di lavoro, troviamo ancora una volta un caso di carenza di formazione e addestramento.
    Se l’addetto fosse stato adeguatamente legato alla piattaforma non sarebbe mai caduto e magari potrebbe raccontare quel che gli è successo: c’è da riflettere!!!

RISPONDI