Brescia campionessa di beneficenza: dal Simply 390 tonnellate di alimenti

0
Bsnews whatsapp

Per aiutare le persone in difficoltà e contrastare lo spreco di alimenti ancora commestibili, riducendo nel contempo la produzione dei rifiuti, Simply Italia ha sottoscritto dal 2008 diversi accordi per il recupero dei prodotti inadatti alla vendita a causa di difetti delle confezioni o perché prossimi alla scadenza e la distribuzione a comunità e a gruppi di volontariato del territorio. Queste eccedenze alimentari, che devono essere ritirate dal circuito commerciale e solitamente vengono distrutte, possono diventare preziose risorse per le famiglie che si trovano in una situazione di momentaneo disagio.

In occasione della recente Giornata Nazionale contro lo Spreco Alimentare, Simply annuncia i risultati raggiunti attraverso questa attività di raccolta degli alimenti non più vendibili per la donazione alle Onlus del territorio. Nel 2014 circa 90 supermercati Simply hanno devoluto a 45 enti caritativi locali oltre 390 tonnellate di prodotti alimentari, che corrispondono a circa 710 mila pasti.

Campioni di generosità i supermercati Simply di Brescia e Provincia, che hanno donato nel 2014 circa 104 tonnellate di alimenti, che corrispondono a circa 190 mila pasti per le persone in difficoltà assistite dalle associazioni di volontariato del territorio, tra cui la Cooperativa Sociale Palazzolese, l’Istituto Angelini di Rovato, l’Organizzazione Maremosso Onlus di Brescia, L’Oasi Onlus di Orzinuovi, l’Associazione Rut di Sarezzo e le Caritas di Castenedolo e Lumezzane.

«Simply è impegnata da anni nella riduzione degli sprechi alimentari nei supermercati della rete, attraverso la donazione alle associazioni caritative del territorio dei prodotti alimentari che non sono più vendibili, perché prossimi alla scadenza o con confezioni rovinate o aperte, ma che sono tuttavia ancora perfettamente commestibili. – commenta Enrico Capoferri, Direttore Generale di Simply Italia -. Ad oggi, l’attività di raccolta coinvolge una novantina di punti vendita in dieci regioni d’Italia, ma il nostro obiettivo è di coprire l’intera rete, per valorizzare preziose risorse alimentari che altrimenti andrebbero sprecate e offrire un contributo concreto alle comunità locali che ospitano i nostri punti vendita.»

Le regioni ad oggi impegnate nella raccolta delle eccedenze alimentari dei supermercati Simply sono Piemonte, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Abruzzo, Umbria, Marche, Lazio e Sicilia, che donano mediamente 85 tonnellate di prodotti edibili al mese, in grado di produrre oltre 63 mila pasti.

Per avere maggiori informazioni su Simply visitare il sito www.simplymarket.it o chiamare il numero verde 800-824039.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI