Alpinista di Nave travolto dal ghiaccio durante una scalata in Val Daone: è gravissimo

0

E’ un alpinista espertissimo, con alle spalle anni di arrampicate, ma ieri Giorgio Tameni non ha potuto fare nulla per evitare di essere investito da una massa di ghiaccio che l’ha trascinato per oltre 50 metri. 

Residente a Nave, Tameni si trovava in Val Daone in compagnia di Massimo Fogazzi, 40enne di Manerbio, ed Eleonora Delnevo, 34enne bergamasca. Dopo essersi adeguatamente imbragati i tre hanno intrapreso la difficile arrampicata sul ghiaccio della cascata "Aspettando la sera", a 1.600 metri d’altezza, ma durante il percorso, forse a causa degli sbalzi termici degli ultimi giorni, forse per altri motivi, un grosso lastrone di ghiaccio si è staccato dalla parete investendo i tre scalatori. 

I tre sono stati trascinati a valle per oltre 50 metri, e ad avere la peggio è stato Giorgio Tameni. A causa del fatto che i telefoni cellulari in quella zona non avevano campo, l’allarme è stato lanciato in ritardo. Una volta giunti sul posto gli uomini del comando dei Vigili del fuoco di Daone, i carabinieri di Condino, e l’elisoccorso decollato da Trento hanno prelevato il ferito più grave portandolo, in condizioni critiche, all’ospedale Santa Chiara di Trento.
(Red.)

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Amico.mio…e la tua scalata più dura e difficile…ma conoscendoti bene so che riuscirai a scalarla…con la calma….ti aspettiamo tutti qua a NAVE…dai dai…molo mio….ciao e a presto gnaro

LEAVE A REPLY