Manifestazione a Brescia, Fratelli d’Italia: città in ostaggio, sindaco chieda scusa

0

“Quanto accaduto negli ultimi due giorni a Brescia e ancora sta accadendo è un insulto a tutti i cittadini bresciani, alla loro storia e alle proprie istituzioni”. Non usa mezzi termini Viviana Beccalossi, assessore regionale e dirigente di Fratelli d’Italia. “Ognuno ha il sacrosanto diritto di manifestare le proprie idee ma quando l’esporre le proprie convinzioni si trasforma nel bruciare cassonetti e attaccare le forze dell’ordine si capisce allora che la vera volontà è solo quella di mettere sotto assedio la nostra città senza in alcun modo affrontare le problematiche del territorio” conclude l’Assessore Regionale.

 

“Vedere il sabato pomeriggio per ore transennata Piazza Loggia con le famiglie obbligate a tenersi a distanza dal palazzo simbolo della città per le minacce di qualche decina di manifestanti è un umiliazione per il primo cittadino della nostra città” aggiunge il Coordinatore Cittadino di Fratelli d’Italia Massimo Stellini. “Il Sindaco farebbe bene a scusarsi e a spiegare ai propri cittadini, agli esercenti e a chi si trovava ieri nel centro storico come si è potuto arrivare a questo”.

“Se il problema riguarda le politiche migratorie” aggiunge infine il Vice Coordinatore Provinciale del partito Giangiacomo Calovini “sarebbe buona cosa che qualcuno spiegasse agli immigrati presenti in strada ieri (se ve ne erano) che le strade da intraprendere per integrarsi nel nostro territorio sono diametralmente opposte. Il rispetto della legalità, del nostro territorio e della nostra società sono alla base dell’integrazione. Se a qualcuno non dovesse piacere cambiare le proprie convinzioni in merito a questo gli consigliamo fortemente di cambiare paese” conclude lo stesso Calovini.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Caro utente del commento delle ore 11,35, ci siete o ci fate???Chi ha creato scompiglio e danni a Bs sono i cari fratellimigranti e i loro amici….pertanto loro e i loro amici, ci si può mettere tranquillamente anche l’attuale giunta Del Bono, che devono scusarsi con i cittadini bresciani. tanto per ricordare, ci sono ancora varie occupazioni abusive da parte dei braviragazzi sodali del sig. Gobbi: l’hotel di via Corsica e la sede del magazzino. Ci limitiamo a queste che sono di proprietà del Comune di mBs e sono occupate abusivamenbte da anni.perchè non le liberano e la danno in gestione agente che fa il bene egli interessi di citadini bresciani???Mistero della giunta (bianco)rossa….

  2. Altro che padroni a casa nostra, a forza di farli arrivare, sono sempre di più e tra non molto, grazie anche all’aiuto dei loro amici antagonisti, comanderanno loro.

  3. Caro "@rob". giunta precedente???Diciamo precedenti. ma come ben sapete Voi le giunte possono chiedere, poi sono le forze dell’ordine, su mandato della magistratura ….la quale magistratura , probabilmente, è in altre faccende affacendata….Proba bilmente la giunta paroli aveva provato a farvi uscire dal magazzino comunale occupato ma…vedi sopra. Poi è arivata la giunta Del Bono/Fenaroli et oplà…Vi hanno regalato le casette di via Gatti, siete dentro ancora in via Corsica e al magazzino. Suvvia, non fate le vittime. Siete funzionali al sistema….

  4. Guarda che io non sono ne del magazzino né tantomeno comunista ma di sicuro non sparo a zero su chiunque non la pensi come me

LEAVE A REPLY