Agevolazione alle famiglie numerose: la Loggia sconta la Tasi. Ma solo dai 4 figli in su

0
Bsnews whatsapp

Non sono così poche come si potrebbe pensare. Stiamo parlando delle famiglie numerose, quelle con almeno 4 figli a carico, residenti in città. Per loro la Giunta comunale ha studiato un provvedimento ad hoc, la riduzione della Tasi.

A Brescia sono complessivamente 218 i nuclei familiari con più di tre figli a carico, 164 quelli con quattro figli, 36 quelli con cinque figli e 18 quelle con sei o più figli. Per ognuno di questi figli a carico il Comune sconterà 50 euro l’anno di Tasi, la tassa sulla casa. Il provvedimento sarà esteso anche ai figli adottati, sempre oltre il terzo, e si aggiunge alle altre agevolazioni come la gratuità delle rette per nidi e scuole materne comunali, per le mense scolastiche e per lo scuolabus.

Il commento del sindaco a margine della presentazione del provvedimento, riportato dal quotidiano Bresciaoggi: "Il bilancio comunale ha una ricaduta diretta sulla vita di tutti noi. Nell’ultimo anno e mezzo abbiamo ottenuto risultati importanti, partendo da un bilancio che faceva acqua da tutte le parti, e che metteva a rischio stabilità e servizi: abbiamo raddrizzato la nave abbattendo 110 milioni di euro di indebitamento, riducendo i costi impropri e indiretti e lavorando sui contratti di servizio e la riduzione di consulenze da 2 milioni a 800 mila euro".
(red.)

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Ulteriore aiuto legalizzato agli extra? Non hanno bisogno di più aiuti per procreare più figli da far arruolare nelle milizie islamiche….bisogne rebbe agire contrariamente

  2. Ora che so di poter risparmiare 50 € all’anno devo solo scegliere se fare figli con mia moglie o prendere tre o quattro in affido. Avessero almeno il pudore di non annunciare simili baggianate. fatti quattro conti il comune investe nella cosa circa 14.500 euro. Capperi!

  3. politiche per gli immigrati ormai il futuro e’ loro! Politiche serie dovrebbero pensarle e farle per persone sole anziane, single e disoccupati

RISPONDI