Forza Italia, Fornasari attacca i manifestanti anti-gay. E dal partito piovono le critiche

    0

    (a.tortelli) E polemica, in Forza Italia, per le parole della coordinatrice cittadina Mariachiara Fornasari, che – con un post su Facebook – ha criticato duramente la protesta antiomosessuali delle “sentinelle in piedi”, suscitando le ire di diversi compagni di partito. E perfino la richiesta di dimissioni del capogruppo in Loggia Mattia Margaroli.

    “ ‘L’omosessualità è peccato e gli omosessuali risponderanno davanti a Dio’ questo è il principio che unisce le sentinelle in piedi ai musulmani bresciani che oggi manifesteranno in piazza a Brescia”, scrive Fornasari, “Tiro un sospiro di sollievo nel guardarmi indietro e nel sapere che mi sono sempre dissociata da certe stupide follie, da simili e vergonose frasi piene di voglia di dare un giudizio, dette spesso da persone che non sono certo "senza peccato" e che se guardassero in casa propria si dovrebbero scusare, non solo con Dio. A queste persone”, conclude, “va tutta la mia compassione, cristiana e meno, decidano loro”.

    Parole che non sono piaciute a diversi esponenti azzurri come il consigliere comunale Giorgio Maione, l’ex capogruppo in Broletto Vigilio Bettinsoli e l’ex consigliere in Loggia Roberto Toffoli, oltre che del leghista (alleato in Comune) Nicola Gallizioli. Ma il più duro è stato il capogruppo in Loggia Margaroli. “Io ero in Piazza con le sentinelle in piedi!”, scrive Margaroli, “Nessuno ha detto frasi simili! Dopo questo post una cosa la voglio dire io: tu non mi rappresenti e non rappresenti Forza Italia!”. E Maione ha subito rincarato la dose “Se non vuole fare sintesi e parlare su quello che vuole e come vuole non faccia il commissario cittadino”.

    Durissimo – in un altro post – anche il leader di Fratelli d’Italia Labolani: "Fornasari dice di avere compassione delle centinaia di persone presenti in piazza Duomo oggi nelle iniziative delle Sentinelle in Piedi. Questa Signora Non potrà mai, MAI, partecipare alla costruzione del nuovo laboratorio del Centrodestra bresciano contro questa giunta filo immigrati e albi di coppie. Chiaro?".

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. Margaroli deve lasciare l’incarico di capogruppo se è in disaccordo e non rappresenta la maggioranza del partito.

    2. Interessante vedere come I rappresentanti della autoproclamata maggioranza vogliano espellere le minoranza allo stesso modo con cui vogliono far tacere I cattolici. Altro che liberalo sono dei giacobini che porteranno Fi al tre per cento.

    3. Talmente brava a difendere la sua crociata che la signorina leader della corrente Toti Gelmini ha cancellato il post……. on Toti così come l’hai voluta per favore mandala a casa che questa ci fa fare la fine di Fini….

    4. Ecco la Fornasari ha guardato in casa propria e ha deciso che forse non era il caso di schierarsi con gli anti-gay

    5. Il fatto nuovo a Brescia è che i cattolici conservatori si stanno preparando al comitato d’accoglienza del nuovo stato islamico, alias ISIS.

    6. Questa pur di andare in tv o sui giornali la sparerebbe grossa senza capire le conseguenze politiche delle sue frasi. Per certi ruoli ci vuole maturità e responsabilità

    7. Certo che i vari Maione e Margaroli che danno della "nominata" alla Fornsari fan proprio ridere. Loro chi sono? Figli di nessuno? Aggiungo…vedo poi che altra gente difende le ridicolo sentinelle e poi ha una condotta di vita che tutto possiamo definire tranne che cattolica integralista. PAIASI, BASTA PROPAGANDA

    8. margaroli e labolani che parlano di centro destra e sostengono le sentinelle che in modo totalmente anacronistico da un lato fanno una protesta senza senso contro gli omosessuali…)e fortuna che sono per le libertà) e dall’altro sostengono l’ucoi e i musulmani con cuii fanno iniziative comuni…forse siete voi a non rappresentare i centro destra

    9. Margaroli e Maione sono ELETTI democraticamente in Consiglio Comunale. Prima di parlare Censire devi studiare…….

    10. Il centro sinistra può dormire sonni tranquilli per i prossimi 50 anni, se il "coordinamento" di Forza Italia è affidato a sprovveduti politicamente come la Fornasari.

    11. @ore10 trovo assolutamente ridicolo dare della nominata alla fornasari (per la quale non nutro stima) quando forza italia e’ DA SEMPRE il partito dei nominati, o mi sbaglio? Trovo ancora piu’ ridicolo (quantomeno poco credibile) chi da’ del nominato ed e’ poi figlio di papa’. Non e’ una colpa avere il padre che "fa" politica, ma almeno si usi coerenza quando si commentano esternazioni altrui. La vedo cosi’.

    LEAVE A REPLY