Chiudono gli ospedali psichiatrici, pazienti-detenuti smistati: 12 a Brescia

0

Addio agli ospedali psichiatrici giudiziari. Dopo anni di denunce sulle condizioni in cui vivevano le persone in questi luoghi, si chiudono queste strutture che verranno sostituite dai dipartimenti di Salute Mentale che si faranno carico dei pazienti-detenuti. Per alcuni di loro ci sarà il rientro a casa, per altri strutture riabilitative.

Nei prossimi mesi arriveranno a Brescia 12 di questi detenuti "speciali": 7 saranno di competenza del dipartimento del Civile e 5 di Desenzano. Nel frattempo continua in Lombardia la creazione dei Rems, le residenze per l’esecuzione delle misure di sicurezza detentive, che dovrebbero ospitare i casi più gravi: ne sono previste 8 in Lombardia per 160 posti letto totali.

All’interno dell’ospedale psichiatrico giudiziario di Castiglione delle Stiviere ne sono già state realizzate 6, mentre altre due saranno fatte all’ospedale Guido Salvini di Garbagnate Milanese. Una era in programma anche a Leno, ma poi il progetto è saltato. Nel frattempo verranno organizzate anche due micro equipe a Brescia, volute dalla Regione, che opereranno una al Civile e l’altra al Mellino Mellini: i team, formati da un infermiere, uno psicologo, uno psichiatra, un educatore e un assistente sociale, dovranno seguire anche i pazienti dei dipartimenti vicini. 

Ad oggi, in Italia, sono 704 gli internati negli attuali sei ospedali psichiatrici giudiziari ancora attivi, di questi circa 250 sono considerati dimissibili al primo aprile se vi sarà una presa in carico da parte delle strutture territoriali. Gli altri 450 internati dovranno invece essere trasferiti gradualmente nelle Rems. Resta il fatto che molte regioni non si sono ancora attrezzate per costruire le nuove strutture e in molti casi si teme che gli Opg (ospedali psichiatrici giudiziari) restino ancora attivi. 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Finalmente. dopo la legge basaglia ai manicomi hanno fatto seguito questi macabri luoghi. speriamo che poi anche i Rems diventino così

  2. questa tipologia di malati sono anche pericolosi nella maggior parte dei casi… non vorrei mai vivere vicino ad una struttura Rems

  3. Caspita! Un commento di Saretta di ben 21 parole. Si è impegnata a sto giro. Peccato che il contenuto rimanga di una pochezza disarmante.

LEAVE A REPLY