Spada Transfer Technology: innovazione garantita, professionalità certificata

0

Innovarsi è il suo motto, lavorare sodo e senza fermarsi la sua filosofia: la Spada Transfer Technology non solo è cresciuta e si è consolidata in questi sei anni di attività, ma ha mostrato le sue doti a livello internazionale. Doti che gli sono state riconosciute in maniera ufficiale proprio a dicembre 2014, quando ha ottenuto dalla società svizzera "SQS", la certificazione di gestione aziendale, certificazione con la "C" maiuscola. Tale riconoscimento è il grande risultato di un processo lungo: per un anno l’organizzazione del lavoro, il rapporto con i clienti, i servizi, i vari settori dell’azienda, dal reparto ricerca all’ufficio tecnico, sono stati messi sotto la lente d’ingrandimento e la Spada Transfer Technology ne è uscita col massimo dei voti.

"Questa certificazione l’abbiamo voluta per dare un altro segno al mercato: è una garanzia del nostro operare, seguendo determinate regole del mondo dell’automotive. – ci racconta Mauro Guerra, uno dei due soci fondatori dell’azienda – La società certificante ci ha analizzato, per un anno, momento per momento: ci ha seguito nel nostro lavoro quotidiano, nella gestione dei nostri sistemi e ha valutato la nostra struttura in perfetta adesione agli standard".

La Spada Transfer Technology , che sin dai suoi esordi è sempre stata considerata un grande giovane talento, oggi è, infatti, un’impresa che può sedersi al tavolo dei grandi. Anche se, proprio per il carattere che ha, l’azienda di sedersi non ne ha proprio l’intenzione: la sua è una corsa continua e una sfida perenne. Sono passati infatti sei anni dalla sua nascita: sei anni da quel giorno in cui, certi di poter mettere la loro esperienza nei campi dell’aeronautica e della metalmeccanica al servizio di qualcosa di davvero innovativo, Mauro Guerra e Dario Spada hanno deciso di dare vita, nel comune di Castegnato, a una nuova realtà, nel settore dei macchinari transfer: una realtà che hanno fatto crescere, sviluppare, e condotto all’estero.

"Il nostro mercato è in continuo mutamento, ma piuttosto che espanderci a macchia d’olio abbiamo preferito concentrare le nostre forze su determinate zone che abbiamo studiato e analizzato. Così, dopo aver consolidato la nostra posizione, in Italia e nell’est Europa, possiamo dire con grande orgoglio di essere finalmente riusciti a conquistare anche l’America", ci racconta Mauro Guerra. L’azienda, che già da due anni ha aperto anche una sede distaccata a Boston per coprire il florido bacino del Michigan, ha infatti, grazie ai suoi sistemi tecnologici esclusivi, fatto breccia tra i produttori statunitensi, acquisendo importanti commesse da clienti di rilievo.  "In particolare abbiamo acquisito un lavoro davvero importante: si tratta di un impianto davvero complesso, che ha come cliente finale Toyota. Una sfida che all’inizio ci sembrava titanica ma che abbiamo deciso di accettare. E ora i risultati ci sono".

Descrizione: logo Multi SDescrizione: logo Multi SIl fiore all’occhiello della Spada, quello che l’ha resa celebre anche a livello internazionale, è la macchina transfer     , della quale, spiega Guerra "abbiamo creato anche una nuova versione, la  Compact, adatta per lavorazioni particolare di piccola taglia". La ha davvero rivoluzionato il settore delle macchine plurimandrino, non solo perché ha costi più ridotti, ma soprattutto perché rinnova completamente i processi di produzione. Una macchina componibile, che una volta acquistata può essere poi pian piano implementata, garantendo l’investimento iniziale e sviluppandone le potenzialità a seconda delle esigenze aziendali.

"Dopo la presentazione al BiMu, che ci ha portato diversi contatti e commesse, la ripresenteremo all’EMO, la fiera del mondo della lavorazione dei metalli, che si terrà a Milano a ottobre 2015. – racconta Guerra, che non dimentica mai di sottolineare come ogni fase di costruzione dei loro prodotti sia totalmente italiana e in particolare bresciana.  Progettazione, ricerca e collaudo (attraverso un processo certificato Iso9001) vengono fatti all’interno dell’azienda che poi si affida, per la produzione, ad aziende bresciane eccellenti nel ramo, vero sinonimo, secondo Guerra, di professionalità nel lavoro e qualità.

E di persone che ruotano attorno alla Spada Transfer Technology  ormai ce ne sono diverse: se sei anni fa partirono in quindici oggi sono sessanta coloro che  lavorano, collaborano e cooperano con l’impresa. Nulla viene lasciato al caso alla Spada Trasfer Technology  e la qualità fa sempre da padrona, oltre all’innovazione e a un servizio a trecentosessanta gradi.  I clienti, che acquistano macchinari che vanno dai  500mila euro ai due milioni, sono seguiti in ogni fase, dalla formazione alla consegna e al post-vendita, e anche in casi di emergenza. Il service della Spada è attivo ed efficiente al 100 per cento con furgoni meccanici ed elettrici sempre attrezzati e unità dislocate in varie sedi. Grazie alla tecnologia, poi, l’azienda può intervenire anche da remoto. Tutti sinonimi, questi, di una professionalità che la Spada Transfer Technology ha sempre dimostrato sul campo, con il consolidamento del suo ruolo in mercati ben precisi, con l’acquisizione di clienti sempre più importanti, certi di poter contare su standard elevatissimi di efficienza e qualità made in Italy. E tale professionalità oggi ha anche un riconoscimento ufficiale che porterà l’azienda ad avere, ancora di più, un peso significativo nel settore dell’automotive, accrescendo un successo meritato e tutto targato Brescia.

Comments

comments

LEAVE A REPLY