Pensioni, due bresciani su tre al di sotto dei mille euro

0

Numeri alla mano, in base al rendiconto 2014, i pensionati bresciani non sono sicuramente d’oro: il 68% delle pensioni erogate tra città e provincia è sotto i mille euro e di queste il 22% non supera i 500. I restanti  si dividono tra chi sta tra i 1000 e i 1.500 euro  (16%) e chi supera i 1.500 (altro 16%). Questi i numeri presentati ieri in Loggia, al salone Vanvitelliano, da Alessandro Casile, direttore provinciale dell’Inps, e dal neopresidente nazionale Tito Boeri. In totale, nella sola provincia di Brescia, sono stati erogati dall’Inps – tra pensioni e cassa integrazione, che è cresciuta del 29% rispetto al 2013 – 4 miliardi di euro.  

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Per le pensioni non ci sono i soldi per mantenere gli extracomunitari si ! Con tutti i vari privilegi … O negli hotel oppure basta che vadano in comune che gli pagano le bollette. Certo loro continuano a fare figli mentre noi non ce lo possiamo permettere.

  2. Diciamolo alla CGIL, forse ci aiuta…a già è VERO NON SIAMO MIGRANTI, abbiamo solo lavorato una vita, abbiamo solo ricostruito l’Italia del dopoguerra.. è GIUSTO CHE CI DIANO UNA PENSIONE DA FAME!

LEAVE A REPLY