La Valsabbia viaggia su banda ultralarga: entro settembre 200 km di fibra ottica

0

Entro il prossimo settembre il 90% delle aziende, della popolazione e tutte le Pubbliche Amministrazioni  della Valle Sabbia potranno usufruire della fibra ottica, con importanti ricadute positive sull’economia e sull’occupazione locale. E’ stato infatti avviato il progetto, realizzato dall’azienda bresciana di telecomunicazioni Intred Spa, che porterà nella Valle 200 km di fibra ottica, 100 nuovi armadi di strada, 20 nuove centrali pubbliche e un’ampiezza di banda media superiore ai 40 Mbps, pari a 8 volte la media nazionale. E proprio in tema di Fibra si è svolto nella sede della Comunità Montana di Vallesabbia un convegno sulla Fibra Ottica a cui hanno partecipato l’Assessore Regionale Claudia Terzi, Il Presidente della Provincia di Brescia, Pier Luigi Mottinelli e il Presidente della Comunità Montana, Giovanmaria Flocchini, oltre agli amministratori delegati di alcune aziende che operano nel settore.

«E’ ormai nota l’importanza della economia digitale per lo sviluppo sociale e economico di un paese e quindi di tutti i suoi territori – ha dichiarato il Presidente della Provincia di Brescia, Pier Luigi Mottinelli – Oggi la rivoluzione digitale è un fenomeno che coinvolge ogni nostro ambito di azione: lavorativo, familiare e personale; per questo i mancati investimenti in tale settore comportano inevitabilmente minore crescita del PIL, ma anche minori opportunità, o peggio, il rischio di discriminazione per alcune fasce di popolazione». «Ritengo lodevole l’iniziativa della Comunità Montana della Vallesabbia – ha proseguito il Presidente Mottinelli –  che interviene su territori a rischio digital divide, creando opportunità in un territorio disagiato,  permettendo così lo sviluppo sociale delle nostre famiglie e quello economico per le imprese della val sabbia, che possono così operare restando nel proprio territorio,  competendo però alla pari di altri aziende nazionali o internazionali».

La Val Sabbia ed i suoi comuni fanno parte, insieme a quasi 190 enti locali breciani, del Centro Innovazione e Tecnologie della Provincia, che da anni rappresenta un modello di cooperazione per lo sviluppo dell’innovazione. «La Lombardia, Brescia e la Val Sabbia – ha concluso il Presidente Mottinelli –  possono essere modello nazionale di riferimento su come riformare virtuosamente la Pubblica Amministrazione, ma occorre perseguire con determinazione che gli investimenti infrastrutturali ed i servizi siano integrati e sinergici tra di loro».

“Un risultato eccezionale – ha sottolineato anche il Presidente della Comunità montana Flocchini – soprattutto se si considera che oggi solo l’1,6% delle connessioni ad internet in Italia supera i 15 Megabit e che la velocità media delle connessioni italiane a banda larga fissa è pari a 5,2 Mbps”. A renderlo possibile, insieme al bando del Ministero per lo Sviluppo Economico – nell’ambito del “Progetto Strategico Banda Ultra Larga” per l’implementazione delle infrastrutture necessarie allo sviluppo dell’economia digitale del Paese – è stata l’oculata gestione da parte della Comunità Montana valsabbina delle proprie risorse: “Tramite il Programma Integrato di Sviluppo Locale – spiega Flocchini – siamo riusciti ad accantonare i 2,6 milioni di euro necessari per contribuire in misura determinante a questo progetto, che complessivamente ha richiesto un investimento di circa 5,6 milioni di euro e che riteniamo essere prioritario per lo sviluppo e la crescita della nostra Valle. Siamo certi che i vantaggi della fibra ottica si faranno presto sentire incentivando non solo la permanenza nei territori montani dei cittadini residenti, in contrasto con il fenomeno dello spopolamento, ma anche e soprattutto la permanenza, nascita e incoming di aziende sul nostro territorio e un significativo incremento occupazionale in particolare tra le giovani generazioni”.

Comments

comments

LEAVE A REPLY