Strage al tribunale di Milano, gli atti passano alla Procura di Brescia

0

Gli atti dell’inchiesta sulla sparatoria al palazzo di Giustizia di Milano stanno per passare alla Procura di Brescia, come vuole la regola nei casi in cui la parte offesa sia un magistrato milanese. Tra le tre vittime freddate da Claudio Giardiello c’è anche il giudice fallimentare Fernando Ciampi, che domani riceverà l’ultimo saluto durante i funerali di Stato.

Intanto il giudice Gallucci ha disposto anche una setrie di accertamenti medici per capire le reali condizioni di salute dell’imputato dopo che durante l’udienza di convalida dell’arresto è svenuto. Potrebbe essere una messinscena, ma sarà solo la perizia psicologica a stabilirlo.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Sono passati ormai diversi giorni dalla sparatoria; magari sono stato distratto, ma non ho ancora sentito di alcun licenziamento per manifesta incapacità né, tantomeno, di dimissioni di qualche responsabile della sicurezza al tribunale. Come mai? Tutti hanno fatto il loro dovere? Nessuno ha sbagliato? Eppure scommetto che più d’uno incassa un gran bello stipendio in quanto "responsabile" dell’incolumità di chi sta in un tribunale…

  2. Perche’ questo bambo non lo chiudono in cella insieme a Kabobo. Insieme fanno una bella coppia di sottosviluppati. Dopo di questo, prendere la chiave e buttarla via per i prossimi 20 anni.

LEAVE A REPLY