Rimessa a nuovo la pensilina anni ’30 di viale Venezia

0

Quattro volte l’anno ognuna delle centinaia di pensiline di Brescia Trasporti viene pulita e se necessario riparata, quella di viale Venezia però è decisamente particolare, e necessitava di un intervento ad hoc che la facesse tornare al suo originale splendore. Comune e società di trasporti hanno presentato ieri con orgoglio il lavoro finito, che ha ridato alla città la pensilina costruita tra le due guerre ed originariamente utilizzata come distributore di carburante. 

Chiuso una quindicina di anni fa il distributore, l’allora Asm rilevò il manufatto, decidendo di non abbattarlo per salvaguardare un architettonicamente prezioso manufatto degli anni 30. Il suo recupero è stato molto apprezzato da Emilio Del Bono, che ha approfittato della presentazione dei lavori per parlare a 360 gradi della situazione del decoro urbano della sua città, chiedendo un impegno preciso ai suoi abitanti. Le parole del sindaco sono riportate sulle colonne di Bresciaoggi in edicola stamane: "L’idea di riqualificazione progressiva della città è nelle nostre corde, e operiamo con tenacia per realizzarla. Rispettiamo la cosa pubblica, gli sforzi di risanamento costano tempo e denaro, continueremo senza sosta la guerra agli imbecilli che imbrattano ciò che appartiene alla comunità. Le denunce nei loro confronti ammontano ormai a cinquantacinque da quando ci siamo insediati in Loggia. Se conoscete gli autori di queste scritte sui muri, denunciateli, è un fenomeno inaccettabile, da estirpare, non si tratta di arte ma di porcheria urbana. Lo sforzo per far sì che Brescia somigli sempre più a una città del Nord Europa continua, per riuscirci è necessaria una coscienza sociale diffusa, uno sforzo corale da parte di tutti i cittadini".
(red.)
 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Signor sindaco si è già dimenticato del monumento a Tartaglia di fronte all'Istituto Gambara o nn ha letto i commenti della scorsa settimana ? Decoro ….riqualificazione …. bla…bla…bla… Nn si pretende un miracolo in tre giorni ma un commento su Facebook sarebbe auspicabile. Tanto x far sapere che si è recepito il messaggio. Sarebbe confortante leggere tra le notizie che il sindaco Del Bono oggi su Facebook parla di…..

  2. finalmente fatto quello che tutta la città chiedeva, bravo sindaco era questo il problema urgente di Brescia……
    Brava anche brescia trasporti, ha investito in un lavoro che migliorerà il servizio agli utenti…..
    Ma questi signori quanto guadagnano per credere che questi sono i problemi dei Bresciani?????

  3. Nelle città del nord non si PISCIA ,NON SI SPUTA ,NON SI BUTTANO CICCHE DI SIGARETTE X TERRA ,NON SI LASCIANO CACCHE DI CANE X STRADA. !!!!!! Finché caro signor sindaco non emanerà ordinanze di divieto con multe salate se la scordi BRESCIA CIVILE !!!!! Mandi x strada vigili in borghese e faccia queste ordinanze !!!!! Noi ormai siamo nel terzo mondo !!!!!!

  4. ESATTO !!!! Multe salatissime dato che nn esistono più educazione e civiltà. Abbiamo visto ttt come è stato lasciato, sabato scorso, il piazzale del "circo" e zone limitrofe dalle migliaia di indiani che dovevano festeggiare !!!! Erano migliaia qdi potevano trovare qualche volontario x ridare un aspetto decente al
    suolo che avevano ridotto ad un immondezzaio !!!! Ma no, è molto più semplice fare "i signori" e farsi servire dagli italiani ( volutamente minuscolo)….che bel biglietto da visita è stato x Brescia città UNESCO all'uscita di BsCentro !!!!! Domenica molti turisti,arrivati x visitare i musei, si sono trovati davanti un bello spettacolo dopo la prima curva usciti dal casello autostradale. Complimenti BRESCIA CITTÀ UNESCO o dovrei scrivere CITTÀ DEL TERZO MONDO ??!! Del resto abbiamo fatto bene a far sentire quegli indiani come a casa….anche loro lo stanno facendo da più di due anni con i nostri due MARO'. Giunta Del Bono : VERGOGNA ALL'ESPONENZIALE !!!!

  5. Sarei la prima persona d’accordo ad utilizzare multe salatissime per chi lascia mozziconi cartacce e affini, ma poi sarebbe solo un continuo di: "con tutti i problemi che ci sono devo pagare 150 euro per un mozzicone" / "il comune pensi a difendere i bresciani dai ladri invece di pizzicare chi scaglia cartacce dalla sua auto" etc etc….CICIARU E CON LA FACCIA COME EL MOMMOLO

LEAVE A REPLY