Assegni familiari agli stranieri con figli in patria, Rolfi (Lega): è un assalto all’Inps

13
Fabio Rolfi (Lega Nord)
Fabio Rolfi (Lega Nord)
Bsnews whatsapp

“Siamo al teatro dell’assurdo, purtroppo non è la prima volta e temo non sarà neppure l’ultima.” Queste le prime parole del vice capogruppo della Lega Nord in regione Lombardia Fabio Rolfi in merito al pronunciamento del Tribunale di Brescia sugli assegni familiari agli stranieri che hanno stabilito legittimo concederli anche a quelli i cui famigliari sono tornati in madre patria.

“Dichiarare legittimo – attacca Rolfi – percepire un assegno familiare per parenti a carico, quando questi non vivono nemmeno in Italia, e pertanto non sono più un costo per il lavoratore immigrato, significa spianare la strada a migliaia di richieste di sussidio. È paradossale e costituisce  di fatto un privilegio esclusivo assegnato solo agli immigrati. Basta ragionare sulle cifre per rendersene conto, se costoro dovessero avere ad esempio 10 figli in patria cosa accadrebbe? Probabilmente non ci si rende conto delle conseguenze pratiche di una simile decisione.”

“Cgil e associazioni immigrazioniste – prosegue Rolfi – puntano a svuotare le casse dell’INPS per i nuovi assistiti, introducendo, grazie a certa magistratura imbevuta anch’essa di ideologia terzomondista, palesi discriminazioni verso gli italiani. Come sempre a portare avanti la baracca e a pagare sono i cittadini, che si ritrovano ogni giorno con meno diritti, il tutto per ottemperare alle assurde pretese degli ultimi arrivati, spalleggiati da coloro che per fame di consenso non si fermano davanti a nulla.”

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

13 COMMENTI

  1. assurdo, talmente assurdo che appare incredibile. Fabio, lascia perdere…non capiscono o non vogliono capire e sono più propenso a credere alla seconda

  2. da oggi non sono più italiano ma marocchino e ho sei gfigli a Casablanca da sfamare. Magari servirà a trovarmi qualche soldo più in busta paga

  3. "Certa magistratura imbevuta anch’essa di ideologia terzomondista" dice incautamente Rolfi, dimenticando che il terzo potere dello Stato italiano (quello giudiziario) applica semplicemente le leggi scritte da un altro potere dello Stato italiano (quello legislativo) rappresentato dal Parlamento. Farebbe bene Rolfi a rivolgeresi pure a chi le leggi le scrive e soprattutto le vota, compresi i suoi compagni di partito, per diciotto anni al servizio di un certo Berlusconi non proprio distintosi per il rispetto della magistratura, della legge, dello stato di diritto nè autore di una riscrittura del Codice Penale che tenesse conto anche in Italai del dilagante, massiccio fenomeno dell’immigrazione. Ed in questo caso non ci si riferisce solo a quella clandestina, ma soprattutto a qualla regolare.

  4. Gli assegni familiari sono una prestazione a sostegno delle famiglie di alcune categorie di lavoratori italiani, comunitari ed extracomunitari lavoranti nel territorio italiano, il cui nucleo familiare abbia un reddito complessivo al di sotto dei limiti stabiliti annualmente dalla legge.

  5. Italia paese di pagliacci!!! Il problema è che noi non li abbiamo votati… Ormai fanno tutto loro . Fanno disfano si votano litigano prima son di dx poi vanno a sx . Non si vergognano nemmeno ad essere così incoerenti. Sono dei veri PAGLIACCI.

  6. E nel frattempo le famiglie italiane annegano nella merda….. Ma x favore! È ora di farla finita! Perché gli aiuti sempre agli stranieri????? E a noi chi ci aiuta???? Lo stato?!?!?

  7. Bisogna smetterla di dare lo stipendio agli stranieri: devono lavorare gratis, al massimo un po’ di pane e acqua. Bisogna ristabilire lo schiavismo, non siamo tutti uguali e quindi anche le leggi devono essere diverse. Perdinci.

RISPONDI