Scalvini risponde a Forza Italia: Tognon stagista pagato 5mila euro per tre mesi

19
Bsnews whatsapp

L’Assessore Scalvini difende le proprie scelte e la professionalità del suo stagista replicando alle accuse di Forza Italia. La prima risposta all’interrogazione di Forza Italia – che “accusava” l’Assessorato guidato da Felice Scalvini di aver pagato “una consulenza di 6400,79 euro avente come oggetto l’elaborazione dello studio di fattibilità e la predisposizione di un report sugli indicatori d’impatto sociale per la presentazione del Bando Cariplo Città del Noi” al giovane segretario dei Giovani Democratici di Padova, Paolo Tognon, “senza aver fatto alcun bando pubblico come richiesto dalla legge” – è arrivata in una nota stampa nella quale il Comune difende le proprie scelte e spiega cosa ha portato all’urgenza della nomina di Tognon.

DI SEGUITO IL TESTO INTEGRALE DELLA NOTA:

“In merito all’interrogazione del Gruppo di Forza Italia in Loggia, il Comune di Brescia precisa che il dott. Paolo Tognon, da maggio ad ottobre 2014, ha svolto presso l’Area Sociale del Comune di Brescia il tirocinio legato al master in “Gestione di imprese sociali” dell’Università di Trento, avendo come tutor universitario il prof. Carlo Borzaga e come supervisore/tutor aziendale il capo area Giuseppe Corsini. Gli è stato affidato il compito di assistente di direzione e di affiancamento nella redazione del progetto: “Brescia città del Noi” da presentare a Fondazione Cariplo.

La ragione di urgenza dell’incarico è stata determinata dal pensionamento anticipato della dott.ssa Chiara Lazzarini, che era stata individuata come operatrice referente tecnica per il progetto “Cariplo”. A quel punto l’unica persona che conosceva nei dettagli il da farsi, avendo collaborato sin dall’inizio alla elaborazione della parte relativa ai “cantieri” del progetto Cariplo, e che era in grado di predisporre in poco tempo quanto necessario, era il dott. Tognon, del quale il capo area aveva avuto modo di apprezzare l’impegno, la competenza e qualità del lavoro svolto. Questo è anche il motivo per il quale non era possibile né opportuno attivare una procedura di selezione tra più candidati.

La procedura per l’affidamento dell’incarico al dott. Tognon, formalmente conclusa con la determina del 25 novembre, era stata avviata già dal 20 ottobre. Nel frattempo gli era comunque stata richiesta la disponibilità a predisporre il materiale necessario, poiché il lavoro non si sarebbe potuto fare solo nei pochi giorni tra il 25 ed il 28 novembre.

Il dott. Tognon ha svolto compiutamente ed adeguatamente quanto convenuto nell’incarico, lo evidenzia anche la valutazione sul progetto effettuata da Cariplo nella quale non è fatto alcun rilievo critico riguardo a quanto da lui prodotto: quadri logici, elaborazione degli indicatori di risultato, compilazione del quadro economico.

Con l’occasione il dott. Corsini ha ritenuto di affidare al dott. Tognon anche l’incarico relativo alla predisposizione degli indicatori d’impatto sociale, di efficienza e efficacia legate alle diverse azioni in corso e propedeutici alla redazione del bilancio sociale entrato poi nella programmazione del Piano di Zona 2014/2017.

Per realizzare tutto ciò il dott. Tognon ha collaborato con l’assessorato fino al 24 febbraio 2015 percependo un compenso lordo complessivo sui tre mesi di 4.992 euro.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

19 COMMENTI

  1. a me sinceramente che sia del Pd o meno mi interessa poco…assessore, se ha fatto così bene il suo lavoro perché Cariplo ha scelto il progetto di qualcun altro? dai da bravvo, mi faccia il piacere. non siamo tutti analfabeti e beoti, la presa in giro non ci serve a nulla

  2. Un NON "giovane segretario dei Giovani Democratici di Padova" avrebbe avuto la possibilità -guarda caso- che ha avuto il nominato stagista di trovarsi nella situazione giusta al momento giusto? E poi dice che uno…

  3. alcune riflessioni. Se a parti invertite, fosse stato nominato un "giovane" senza alcuna selezione solo perchè del partito dell’assessore, ipotesi FI, e in più studente dell’asessore per preparare un bando andato fallito così da far perdere 2 milioni di euro, dicasi 2 miloni di euro al comune, siamo così sicuri che il sig. Scalvini, il sig Capra non avrebbero gridato allo scandalo? l’utente che scrive "un buco nell’acqua" si ponga questa domanda, perchè i 2 milioni che non arrivano li paghiamo noi con le nostre nuove tasse, lo stesso i 6.000 euro. Ora i cittadini che si rifanno alla maggioranza sono così sicuri che sia tutto normale, che non ci sia nulla da dire, nulla da far rilevare. Personalmente penso che per i cittadini, di qualsiasi colore, questa vicenda sia stata un grave danno.

  4. Una domanda, quanti statisti stiamo pagando e chi sono??? No dico tre mesi di lavora da stagista 6.400 euro! A chi crede che questo comunicato (@ma di cosa stia) abbia fatto chiarezza io dico che farebbe bene a chiedere quanto prende di solito uno stagista! più di 2.000 euro al mese!! Ma stiamo impazzendo?? Questa è solo la conferma che se non era "giovane segretario dei Giovani Democratici di Padova" col fischio che gli davano questi soldi! Ma anche se ho votato questa gente mentendo in funzione il cervello, mi faccio domande e critico se vedo cose sporche o talmente malfatte da farmi inorridire. Per vostra informazione, università serie come politecnico di Milano chiedono per gli stage un contributo di 400 euro! Qui siamo a 5 volte tanto, tutto normale??? Siamo così di sinistra da vedere queste cose e non gridare?!! No grazie, ho votato per cambiare aria e la puzza ora è molto più forte. Abbiamo anche perso il contributo grazie al lavoro di Assessore, capo area e grande stagista! Siamo contenti? E’ il cambiamento che volevamo? Del Bono ci devi delle spiegazioni. E caro Assessore sappia che per molti Lei deve preparare le valigie!!! Altro che spiegazioni….

  5. Forse c’è un’altra motivazione, un po’inquietante. Il Dott.Corsini Capo Area "comandato" (per giustificarne l’assunzione come dirigente) dalla Asl di Cremona e dalla Regione solo dal 1° aprile 2014 è uno psicologo chiamato a sostituire la pensionata Dott.ssa Marchina che, figura storica, sommava a competenze specifiche anche competenze amministrative e finanziarie. Così come la Dott.sa Lazzarini, a sua volta prepensionata e competente nello specifico tecnico. Dunque, chi se non il Tognon, stagista ed ultimo arrivato…per dar seguito ad un’elaborazione di alto profilo manageriale ? Ma allora, senza pensare male e senza dietrologia, il buon Scalvini doveva guardarsi intorno e spaventarsi per tempo.

  6. Grazie Stradivarius per la ricostruzione che chiarisce la situazione. Ma le colpe dell’Assessore restano evidenti. Lui comanda la squadra e nessuno crede non vi sia il suo benestare dietro l’operazione amico del PD da ben remunerare! Scalvini DIMETTITI con vergogna. Con queste calzate perdiamo al 100%

  7. 20 ottobre 24 febbraio 4 mesi per meno di 5000 euro lordi, corrispondono a 1250 euro lordi al mese. Una cifra assai modesta dunque per un laureato, masterizzato che concluso uno stage fa una collaborazione!
    O sbaglio?

  8. I trolls falsi PD che attaccano Scalvini e gli amici forzaitaliotigrillin i che proseguono questa battaglia sul nulla. Avere un assessore competente rende molto isterici i politicanti e gli strilloni di turno!!! Forse ci meritiamo davvero i Maione, i Labolani e i Fondra…

  9. Non cieca ed assoluta fede ridicolo davvero, ma storia. Trattasi di persona che di storia a suo favore ne ha da vendere! Altro che i ridicoli privi di altro merito che del vociare ad alto volume.

  10. Per la Dott.ssa Cinzia Pollio in Scalvini, non senza destare scalpore interno, fu riservata con assunzione-lampo nell’allora Banca Lombarda (fusione tra le banche storiche cittadine S.Paolo e Credito Agrario Bresciano) una struttura commerciale creata ad hoc: proprio la Funzione del "no-profit", da lei condotta come Responsabile per un paio d’anni, all’interno dell’Area Marketing. Tutto regolare e nella norma, ovviamente, nonchè facilmente verificabile.

  11. Bufale sono cose non vere spacciate per tali: qui però si parla di fatti. E in quanto al fango basta starsene a casa quando piove a dirotto per non tirarselo addosso. Dunque, si disgusti pure.

  12. Avevo già scritto, perché ne sono certo, che appunto di bufale, cioè "cose non vere" si parla: nessuna funzione "no-profit" in Banca Lombarda, ma il commento è stato cancellato, chiaro segno che questo sito è controllato da sedicenti.

RISPONDI