Manca nulla osta per metterlo a norma, chiude al pubblico l’Autosilouno

0
Bsnews whatsapp

Da domenica 19 Aprile 2015 l’Autosilouno in via Vittorio Emanuele II chiude al pubblico. Il famoso parcheggio, che ha diversi posti di proprietà al suo interno e una parte, 330 su 690, adibiti fino ad oggi al pubblico, non sarà più accessibile, perché manca il nulla osta per procedere alla sua ristrutturazione.

Tutto parte qualche anno fa: il parcheggio ottenne un primo Certificato di Prevenzione Incendi (C.P.I.) nel 1973, mentre nel 1995, a seguito di modifiche all’edificio ed evoluzioni normative, ottenne il Nulla Osta Provvisorio di Prevenzione Incendi (NOP). Il NOP è rimasto valido fino a maggio 2009, data di decadenza del medesimo ed entro la quale doveva essere sostituito dal Certificato di Prevenzione Incendi secondo la nuova, nel frattempo intervenuta, assai più stringente normativa.

Il Condominio, tramite il suo Amministratore, si è attivato, dal 2009 ad oggi, per approntare la relativa pratica di ottenimento del nuovo CPI, che prevede l’esecuzione di una pesante ed invasiva serie di lavori di adeguamento strutturale ed impiantistico. Purtroppo in questi anni, l’assemblea non è riuscita, nonostante i numerosi e ripetuti approcci progettuali effettuati, a raggiungere una decisione univoca e veloce, viste anche le cifre in gioco, in merito alla realizzazione delle opere di adeguamento necessarie all’ottenimento della certificazione di prevenzione incendi.

Per questo da domenica 19 Aprile, verrà cessata temporaneamente l’attività di esercizio dei posti auto ad uso pubblico, almeno finché la struttura non sarà dichiarata agibile. Intanto Brescia Mobilità ricorda a coloro che sono abbonati al parcheggio che “potranno comunque contare su soluzioni di sosta alternative, offerte a condizioni economiche uguali se non migliorative, nelle vicine strutture di sosta gestite dalla società stessa, tra le quali, in primis, perché assai vicino, il parcheggio Palagiustizia”.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

RISPONDI