Sicurezza tribunali, da Brescia la proposta: carabinieri al posto delle guardie

0

All’indomani dei funerali delle tre vittime uccise nella strage al Palazzo di Giustizia di Milano, oggi a Roma si terrà una riunione sulla sicurezza nei tribunali italiani. Al tavolo siederanno i procuratori generali e il Guardasigilli Andrea orlando.

Alla riunione ci sarà anche il procuratore generale del Tribunale di Brescia, Pier Luigi Maria Dell’Osso che ha anticipato al Giornale di Brescia la sua proposta: “chiederò che all’ingresso dei tribunali tornino i presidi delle forze dell’ordine”, vale a dire “ Carabinieri e poliziotti al posto delle guardie”.

Intanto il giudice Roberto Spanò è finito sotto scorta, seguito giorno e notte da un carabiniere, dopo aver ricevuto minacce di morte da un medico libanese residente in Italia da 30 anni che Spanò ha condannato venerdì scorso per stalking e maltrattamenti.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. …penso alla sicurezza tanto decantata da alfano per l’ expo…….., mai peggio ministro nella storia della repubblica !
    ogni tanto espelle qualcuno , ogni tanto fa comunicati stampa….., ogni tanto come per il caso dell’ omicida del tribunale a milano , preso dai poliziotti , si bea che tutto va bene , tutto è sotto controllo !
    MA VAI A FARTI UN GIRO ALLA STAZIONE CENTRALE A MILANO , CHE BEL BIGLIETTO DA VISITA CHE DIAMO , IDEM NELLE METRO’, NELLE STAZIONI , NELLE CITTA’……..SOMMER SE DA BORSEGGIATORI, CRIMINALI PLURIPREGIUDICATI LIBERI, CLANDESTINI ACCATTONI LIBERI , CAMPI ROM ABUSIVI A DESTRA E A SINISTRA …..E PARLA DI SICUREZZA !
    UN CONSIGLIO……NON ANDATE ALL’EXPO, TROPPO RISCHIOSO VISTO CHE SICUREZZA PARI ALLO ZERO !

  2. ci potrebbero mettere le maschere che rappresentano ogni regione a presidiare i tribunali …..arlecchino a venezia, pulcinella a napoli, pantalone a bologna , rugantino a roma e via dicendo……così facciamo anche una bella pubblicità per i turisti ……., tanto è lo stesso , si sà che i tribunali sono il teatro del goldoni .

  3. Con i Carabinieri a presidio non si risolve nulla. Basterebbe estendere i controlli al metal-detector a tutti quelli che entrano in un Palazzo di Giustizia, avvocati e togati compresi. Il killer di Milano è entrato con la pistola esibendo un tesserino falso e passando dall’ingresso riservato agli avvocati, ovviamente privo di controlli tecnologici.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome