L’An Brescia chiude l’avventura in Europa con una vittoria contro Barceloneta

0
An Brescia pallanuoto
An Brescia pallanuoto

A suon di gol, l’An Brescia chiude gli appuntamenti internazionali tra le mura amiche: a Mompiano, nella penultima giornata dei preliminari di Champions League, la squadra di Sandro Bovo s’impone per 12 a 4 (1-0, 4-2, 3-0, 4-2, i parziali) sul Barceloneta. Con una prova contrassegnata non solo dalla giusta carica agonistica, ma anche da una notevole efficacia per quel che riguarda la tecnica, il sette bresciano non dà scampo ai detentori del titolo, regalando ai propri tifosi una serata davvero speciale. È vero che in palio non c’era nulla (l’An partiva matematicamente esclusa dalla corsa alla Final Six, il Barceloneta qualificato d’ufficio), ma la battaglia c’è, comunque, stata, e il team di Chus Martin ha pagato dazio. Molto bene, Presciutti e compagni, in inferiorità numerica (2 su 9), e altrettanto buona la performance in superiorità (5 su 7); ad arricchire la prestazione generale, alcuni gesti che hanno deliziato il pubblico, come, ad esempio, i primi due gol di Willy Molina (il primo, una sassata all’incrocio dei pali, il secondo, una rovesciata dal perimetro), o la rete di chiusura di Nicholas Presciutti (alzo-tiro dagli otto metri che ha sorpreso Pinedo). Certamente, le motivazioni degli ospiti erano relative, ma dare otto gol di scarto ai campioni in carica (per due tempi, lasciati a zero), non è roba da tutti. La brillante, e prestigiosa, vittoria di stasera, spiana la strada alla fase cruciale del campionato: mercoledì partono i playoff e l’importante test di coppa deve servire per prendere sempre più coscienza dei propri mezzi. «Davanti ai nostri tifosi – afferma il capitano, Christian Presciutti -, abbiamo dato un bel saluto alla Champions: contro la squadra che difenderà il titolo a fine maggio, abbiamo ottenuto un netto successo e questo ci fa capire quello che è il nostro reale valore, quello che possiamo concretamente fare. Ora arriva la parte più bella del campionato e dobbiamo continuare su questa strada. La prova di stasera lascia anche un po’ di rammarico: sono convinto che avevamo le carte per qualificarci alle finali, se fossimo riusciti ad esprimerci sempre così… In ogni caso, guardiamo avanti, i playoff sono alle porte e vogliamo toglierci delle belle soddisfazioni».

Comments

comments

LEAVE A REPLY