Agape Nulli Quilleri e Virginio Boldini: bresciani a Roma per la medaglia della liberazione

0
Bsnews whatsapp

La riceveranno solo due persone, un uomo e una donna, ma idealmente saranno molti i petti sui quali verrà appuntata, quelli delle tante persone bresciane che 70 anni fa a vario modo combatterono per la libertà. Nella mattinata di domani Agape Nulli Quilleri (89 anni) e Virginio Boldini (92 anni a luglio) riceveranno direttamente dalle mani del ministro della Difesa Roberta Pinotti la medaglia commemorativa della guerra di Liberazione

La notizia è stata diffusa ormai da alcuni giorni, utili alla Segreteria Provinciale delle Fiamme Verdi di Brescia per precisare la natura del riconoscimento, che sarà solo il primo atto di un riconoscimento più ampio reso a tutti i protagonisti della Resistenza. Di seguito il testo.
(red.)

Mercoledì 22 aprile 2015 a Palazzo Barberini in Roma (non al Quirinale), il Ministro della Difesa Roberta Pinotti (non il presidente Mattarella) presiederà la prima cerimonia nazionale di consegna della "Medaglia della Liberazione", un riconoscimento fortemente voluto dalle Associazioni combattentistiche partigiane nazionali che il Governo della Repubblica ha concesso quale simbolo di gratitudine verso tutte le partigiane e i partigiani viventi, in occasione delle celebrazioni per il 70° Anniversario della Liberazione.

Nella cerimonia di mercoledì 22 il Ministro Pinotti premierà con la medaglia "alla memoria" tutti i labari delle associazioni nazionali (ANPI, FIVL, ANPC, FIAP, ANRP, ANCFARGL), in ricordo dei caduti partigiani; quindi insignirà del prestigioso riconoscimento dieci partigiani e partigiane per ciascuna delle Associazioni poc’anzi ricordate (ai quali si aggiungeranno i partigiani militari dell’ANEI e dell’Ass. Nastro Azzurro), in qualità di testimoni rappresentativi di tutti i patrioti e ribelli – civili e militari – che, settant’anni fa, hanno lottato per liberare l’Italia dal nazifascismo.

In quell’occasione, Brescia avrà l’onore di essere rappresentata da due premiati: Agape Nulli Quilleri, staffetta partigiana e oggi presidente onoraria dell’Associazione Fiamme Verdi e Virginio Boldini, vicecomandante della 54° Brigata Garibaldi (ANPI).
Tra gli insigniti ci saranno poi altri lombardi presenti, tra i quali, per la sola Federazione Italiana Volontari della Libertà, spiccano i nomi di Guido De Carli delle Brigate "Alfredo Di Dio" e Giuseppe Tizzoni del R.A.P. di Voghera.

Ma la cosa davvero importante è che la Medaglia della Liberazione sarà, nel corso del 2015, consegnata a tutti i partigiani e le partigiane viventi che, riconosciuti dal certificato di patriota, avranno fatto richiesta al Ministero per il tramite delle Associazioni Partigiane di riferimento. Tra giugno e dicembre 2015 si realizzeranno presso le Prefetture e i capoluoghi di provincia di tutta Italia varie cerimonie di conferimento dell’onorificenza, aventi carattere regionale, provinciale o cittadino: anche Brescia, quindi, sarà interessata da un evento che consegnerà ai nostri partigiani e partigiane l’autorevole onorificenza.

Siamo davvero lieti di questa notizia: è una grande soddisfazione per le Associazioni Partigiane che tutti coloro che hanno partecipato alla Resistenza con il proprio impegno, il proprio contributo e la propria azione – anche a rischio della vita – e che, settant’anni dopo, sono ancora qui a ricordarci e ad ammonirci sull’importanza nodale di quell’evento nella storia della Repubblica, siano premiati con quest’importante onorificenza.

Queste donne e questi uomini meritano la nostra ammirazione e la nostra piena gratitudine; un "grazie d’oro", a settant’anni di distanza, che s’unisce idealmente al grazie per quanti, in quell’immane tragedia, sono morti per donarci la Libertà.

Segreteria Provinciale Fiamme Verdi, Brescia
Segreteria Nazionale Federazione Italiana Volontari della Libertà, Roma-Voghera

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

RISPONDI