Bilancio, 40 euro di tasse in meno per ogni residente. Ma la Tari aumenta

0
Bsnews whatsapp

Quaranta euro in meno di tasse per ogni residente e un bilancio da 462 milioni di euro. Ad annunciarlo  l’assessore al Bilancio Paolo Panteghini che spiega come la Loggia sia riuscita a far quadrare i conti grazie alla  riduzione del debito di 109 milioni con la vendita delle azioni A2A e delle quote della Centrale del latte, al taglio del personale, dei dirigenti – passati da 40 a 32 – e delle consulenze.

Un entusiasmo non condiviso dalle opposizioni che ritengono, scrive il Corsera, il bilancio “identico a quello dello scorso anno” secondo il forzista Giorgio Maione e Nini Ferrari, X Civica X Brescia. La Gamba del M5S ritiene che si poteva osare di più sfornado anche il patto di stabilità, mentre Nicola Gallizioli, Lega Nord  ritiene che non sia stato fatto nulla “per le nuove opere per la città”.

A rispondere alle accuse il capogruppo del Pd Capra che mostra un foglio bianco con un buco in mezzo, simbolo, ha dichiarato Capra, dell’“eredità di Paroli, il quale non ha proposto alcun progetto e ci ha lasciato un deficit da 36 milioni”.

In tema di tasse sulla casa è stata stabilita una detrazione di 100 euro a chi concede ad uso gratuito un’abitazione ai parenti di primo grado e detrazioni di 50 euro alla Tasi per ogni figlio (o minore in affido) di famiglie con almeno quattro figli. La Tassa rifiuti (Tari) aumenterà, invece, dell’ 1,7 per cento, ma sono previsti sconti e agevolazioni per le start-up, i mercatini dell’usato e le attività commerciali stagionali o temporanee.  

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Insisto: nel 2010 il gettito comunale da entrate tributarie era di 77 milioni di euro, quello a consuntivo del 2014 è di 146 milioni di euro. Da ringraziare chi ha trsferito il recupero dei tagli dello Stato solo ed esclusivamente sulle Amministrazioni Comunali (IMU, TARI, TASI, addizionali IRPEF ) cioè Monti, Letta, Renzi più la miscela tossica di ministri di centrodestra-centros inistra che guida indebitamente il Paese da più di quattro anni in spregio alle regole democratiche italiane. In quanto a Del Bono, che si vanti per aver venduto, e per continuare a farlo, i "gioielli di famiglia" per pagare il Metrobus, la dice lunga sul suo "vivere alla giornata" da Sindaco della città. Da ultimo: cosa aspetta a pretendere le dimissioni di Fermi da Presidente di Brescia Metro srl ?

RISPONDI