Dall’omosessualità si può guarire: primario della Poliambulanza sotto accusa

0
Bsnews whatsapp

"Niente di più che un disagio, da curare spingendo verso l’eterosessualità". E’ scoppiata una vera e propria bufera su Massimo Gandolfini, primario di Neurochirurgia della Poliambulanza e professore all’Università Cattolica di Brescia. 

Intervenuto in un convegno organizzato a Roma dal Comitato Articolo 26, dal titolo "Sapere per educare" (qui la ripresa integrale degli interventi), Gandolfini ha parlato dei suicidi delle persone omosessuali, statisticamente più frequenti. Alcune parti dell’intervento di Gandolfini al convegno sono riportate dal Corriere della Sera: "L’incidenza suicidaria della popolazione gay-friendly è molto superiore e si dice che i suicidi sono maggiori perché la società non è accogliente. Nella misura in cui una persona si sente disagiata verso se stesso, non è poi così facile vivere. Il disagio va affrontato nella prospettiva del supremo interesse del bimbo. Lo scopo dell’educazione non è scoprire l’orientamento sessuale del bambino per poi indirizzarlo da quella parte perché la sua scelta è libera, lo scopo dell’educatore non è quello di correre dietro al disagio identitario ma è quello di cercare di indirizzare verso una coerenza questo disturbo verso il proprio psichismo".
(red.)

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. io credo che non abbia proprio tutti i torti… ci sono persone che vivono male la condizione di gay, perché non spingerle verso la normalità?

  2. SCUSA E LA NORMALITA’ COSA SAREBBE? MA PER FAVORE. SE VIVONO MALE LA "CONDIZIONE" E’ SOLO PERCHE’ LA SOCIETA’ LI FA SENTIRE ANORMALI

  3. Per Gandolfini, gli omosessuali sarebbero "disagiati verso se stessi" e affetti da "disturbo verso il prprio psichismo". Per favore, è meglio che continui a fare solo il neurochirurgo nonchè, non facile di questi tempi, il padre di ben sette figli.

  4. Uno che ha coraggio e giù I fautori della libertá per tutti tranne che per chi non la pensa come noi ..
    Finchè Gandolfini potrá parlare ed esprimersi la dittatura gender non avrá preso il potere.
    Bravo dottore hai ragione anche nel merito della questione.

RISPONDI