Il Comune mette pianta ornamentale al posto del Bigio, Castelletti: mi dissocio

0

Dopo il certo "no" al ritorno del Bigio e in attesa che si organizzi, forse, un concorso di idee, il Comune ha deciso di mettere sul piedistallo vuoto di Piazza Vittoria un albero, come ornamento in vista della Mille Miglia. Un’iniziativa che ha scatenato subito non poche polemiche, tra cui quella dell’Assessore alla Cultura e Vice Sindaco Laura Castelletti, favorevole al ritorno della statua, che in un inequivocabile post su facebook ha scritto "Mi dissocio dalla siepe #PadaniaClassics #Bigio PiazzaVittoria", mettendo tutti gli hashtag necessari a ribadire l’idea. Di progetti concreti in effetti ancora nemmeno l’ombra e i cinque saggi nominati dalla Loggia per decidere le sorti della statua, oltre a ribadirne il "non ritorno" non hanno abbozzato proposte fattibili. Per ora quindi rimane l’albero. 

 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. visto che secondo il sindaco è intoccabile perché non mettiamo la statua di FERMI? (ps sindaco…non intendo il famoso fisico…) hahhahahahah

  2. L’albero a cui tendevi
    la pargoletta mano,
    il verde melograno
    Dà bei vermigli fiori
    Nel muto orto solingo
    Rinverdì tutto or ora,
    E giugno lo ristora
    Di luce e di calor.
    Tu fior de la mia pianta
    Percossa e inaridita,
    Tu de l’inutil vita
    Estremo unico fior,
    Sei ne la terra fredda,
    Sei ne la terra negra;
    Né il sol piú ti rallegra
    Né ti risveglia amor.
    Giosuè Carducci

  3. Ahhhh,ahhh,ahhhh…i problemi di Brescia sono le piante ?!?!?!Che bella giunta che non decide NULLA. Il signor sindaco TENTENNA???Non gli hanno detto cosa deve fare???Non basta "scrivere" su faccialibro…..Pate tici .Povera Bresa.

  4. Ero con un amico, una scena tristissima…
    Del resto non so a chi sia venuta l’idea.
    Sdoganata l’iniziativa, da domani chiunque poserà un qualsiasi oggetto a lui caro?

  5. La Castelletti, il Vicesindaco si dissocia. Cerchiobottismo "Socialista per Passione" visto che il 2018 non è poi così lontano…

LEAVE A REPLY