Spese pazze, l’ex sindaco di Tremosine Ardigò condannato a tre anni e 8 mesi

0
L'ex sindaco di Tremosine Diego Ardigò
L'ex sindaco di Tremosine Diego Ardigò
Bsnews whatsapp

Tre anni e otto mesi: questa la condanna per l’ex sindaco di Tremosine Diego Ardigò, per avere usato soldi pubblici per andare a cena con gli uomini della sua Giunta e con i compagni del suo partito. Avrebbe fatto ricadere le fatture presentate da una decina di ristoranti dell’alto Garda, sotto la voce «spese di rappresentanza», spese che ammontavano a circa 3mila euro. Ad Ardigò viene contestato anche l’acquisto di alcune formaggelle che ha poi regalato al console tedesco in visita al paese dell’alto Garda.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Di quale partito è questo birbante? Lo so che, come molti, si mimetizza in liste cosiddette "civiche", ma sarebbe interessante sapere da parte pende. Certo, per le formaggelle date in omaggio potevano pure perdonarlo…

  2. e le spese pazze della giunta paroli di brescia? per quelle niente solo perché han restituito il maltolto… ma se non li avessero beccati, li avrebbero restituiti?

  3. se vanno a vedere queste "spese pazze" in tutte le pubbliche amministrazioni dalle regioni ai comuni passando per le province allora e oggi ….. quante condanne !!!! detto cio’ il sig. in questione deve aver pestato tanta cacca se no non si capisce perché proprio tutte a lui

RISPONDI