Ubi, nominato il Collegio dei Probiviri per il triennio 2015-2017

0
Bsnews whatsapp

Ieri, 25 aprile, si è riunita in seconda convocazione, sotto la presidenza del Presidente del Consiglio di Sorveglianza, Ing. Andrea Moltrasio, l’Assemblea dei Soci di UBI Banca chiamata a deliberare in sede straordinaria ed ordinaria sugli argomenti all’ordine del giorno.

L’Assemblea dei Soci, riunitasi dapprima in sede straordinaria, ha approvato le modifiche agli articoli 22, 28 (Titolo V – assemblea dei soci), 44, 45 (Titolo viii – consiglio di sorveglianza) dello statuto sociale come proposte dal Consiglio di Gestione e dal Consiglio di Sorveglianza. Ha quindi proseguito la seduta in sede ordinaria. L’Assemblea, chiamata ad eleggere i componenti del Collegio dei Probiviri, ha confermato i candidati proposti dal Consiglio di Sorveglianza; sulla base dei voti attribuiti a ciascun candidato, il Collegio dei Probiviri sarà, per il triennio 2015/2017, così composto: Avv. Giampiero Donati – Presidente, Prof. Rodolfo Luzzana – Proboviro Effettivo, Avv. Giuseppe Onofri – Proboviro Effettivo, Avv. Attilio Rota – Proboviro Supplente e Avv. Pierluigi Tirale – Proboviro Supplente

Il Presidente del Consiglio di Gestione, Franco Polotti, ha proceduto all’illustrazione dei dati relativi all’andamento dell’esercizio 2014 e dei risultati conseguiti, approvati dal Consiglio di Sorveglianza in data 11 marzo. L’Assemblea ha quindi approvato, come proposto dal Consiglio di Gestione e dal Consiglio di Sorveglianza, la copertura della perdita d’esercizio, dovuta alla contabilizzazione di impairment su avviamenti e attività immateriali, mediante imputazione della stessa alla Riserva sovrapprezzo azioni.

L’Assemblea ha altresì approvato la distribuzione di un dividendo di 0,08 euro per azione alle 900.265.380 azioni ordinarie di UBI Banca in circolazione, al netto delle azioni proprie detenute in portafoglio, per un monte dividendi complessivamente pari a 72.021.230,40 euro, a valere sulla Riserva Straordinaria.

Il dividendo sarà messo in pagamento con data di stacco, record date e data di pagamento rispettivamente il 18, 19 e 20 maggio 2015, contro stacco della cedola n. 16. L’Assemblea ha quindi deliberato in senso favorevole sulla prima sezione della Relazione sulla remunerazione, redatta ai fini dell’Informativa al pubblico ai sensi delle Disposizioni vigenti e messa a disposizione del pubblico ai sensi di legge. Tale prima sezione contiene le principali informazioni riguardanti i processi decisionali in tema di sistemi di remunerazione, le principali caratteristiche, le modalità attraverso cui è assicurato il collegamento tra remunerazione e risultati, i principali indicatori di performance presi a riferimento, le ragioni sottostanti le scelte dei sistemi di remunerazione variabile e le altre prestazioni non monetarie.

L’Assemblea ha approvato, come proposta, l’adozione di politiche di remunerazione e di incentivazione a favore dei Consiglieri di Sorveglianza e dei Consiglieri di Gestione; ha poi deliberato favorevolmente in merito al Piano di incentivazione 2015 di breve e lungo termine basato su strumenti finanziari, con la valorizzazione di componenti della remunerazione variabile mediante assegnazione di azioni ordinarie della Capogruppo UBI Banca alle categorie di “Personale più Rilevante”, autorizzando il Consiglio di Gestione, e per esso il Presidente, il Vice Presidente ed il Consigliere Delegato, in via tra loro disgiunta, a procedere con una o più operazioni, da porre in essere entro la data dell’assemblea chiamata a deliberare ai sensi dell’art. 2364-bis n. 4 Codice Civile in materia di distribuzione degli utili dell’esercizio chiuso al 31 dicembre 2015, all’acquisto sui mercati regolamentati, secondo modalità operative che assicurino la parità di trattamento tra gli azionisti e non consentano l’abbinamento diretto delle proposte di negoziazione in acquisto con predeterminate proposte di negoziazione in vendita, di massime 1.000.000 azioni proprie, per un controvalore complessivo massimo di Euro 6.000.000, ad un prezzo unitario non inferiore ad Euro 2,50 e non superiore del 5% rispetto al prezzo ufficiale rilevato nella seduta di mercato precedente ogni singola operazione di acquisto.

Infine, sempre in tema di remunerazione, l’Assemblea, preso atto della proposta del Consiglio di Sorveglianza, ha fissato i criteri e i limiti di annualità massime dei compensi e delle relative modalità di pagamento da accordare in caso di conclusione anticipata del rapporto di lavoro o di cessazione della carica, ai sensi delle disposizioni della Banca d’Italia in materia di politiche e prassi di remunerazione e incentivazione contenute nella Circolare n. 285 del 17 dicembre 2013 (7° aggiornamento).

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Tra i probiviri, per tre anni, ci sarà dunque l’avv. Giuseppe Onofri, già consigliere comunale e Vicesindaco di Brescia e di Corsini, grande fautore della nascita di A2A, ma prima consigliere storico in ASM nonchè poi nella stessa A2A, personaggio politico e pubblico di alto profilo, proveniente da una delle famiglie democristiane più influenti e riconosciute a Brescia nonchè, infine, babbo del consigliere comunale "piattaformista civico" Francesco. Bene, potrebbe chiedersi qualcuno, ma in Ubi Banca, una banca privata, che c’azzecca ? Tranqulli, ci azzecca, ci azzecca comunque….

RISPONDI