Tempini Azzano Brescia: obiettivo salvezza raggiunto

0

La Tempini Azzano Brescia  si è salvata e la prossima stagione affronterà per il terzo anno consecutivo la serie B2 nazionale. Obiettivo raggiunto quindi per la squadra del presidente Mauro Gogna la quale, battendo agevolmente il fanalino di coda Tecnica C.Lift Cles, e complice la sconfitta casalinga di Parma contro Montepaschi Mantova,  ottiene con due giornate d’anticipo la salvezza matematica. Il tutto al termine di un campionato travagliato che ha visto la formazione bresciana gestire benissimo il girone d’andata e faticare invece in quello di ritorno e suscitando un po’ di rammarico pensando che magari, un qualcosa in più poteva essere fatto e lottare per i play off poteva essere alla portata di mano.

 

Partenza in sordina, ieri sera presso la palestra delle scuole medie di Azzano,  per la Tempini che soffre il muro avversario ed è costretta ad inseguire fin dalle prime battute. Poi, il buon turno in battuta di Rinaldi , contribuisce a riportare in parità la sfida e successivamente a passare in vantaggio. Il tabellino segna 9-8 e 13-9. È black-out azzanese e Cles si rifà avanti conquistando il secondo tempo tecnico 15-16. La partita prosegue in modo equilibrato fino al 24-23 quando Crotti, migliore in campo in questo primo parziale , mette a segno il punto decisivo. È 25-23.

Nel secondo set, ottima partenza dei ragazzi del presidente Mauro Gogna che, con Rinaldi in panchina per un infortunio al ginocchio e Tononi come opposto, passa immediatamente 10-4.  L’Azzano migliora in fase di ricezione mentre i trentini impensieriscono sempre a muro ma sotto rete commettono troppi errori.  Il distacco viene mantenuto  ed ecco che il secondo tempo tecnico si chiude  16-13. La squadra ospite non demorde e tenta il recupero ma è inutile. La Tempini chiude a proprio favore anche il secondo 25-20.

Anche l’avvio del terzo è tutto a favore dei bresciani che con il punteggio di 8-6 gestiscono ed impongono subito il proprio gioco. La squadra di Zappa si mostra compatta, ordinata e caparbia: in ballo c’è la matematica salvezza.  Cles però non rinuncia e resta attaccato alla squadra padrona di casa: 18-16, 21-18. Azzano è superiore e chiude la partita 25-20. 

Al termine della sfida coach Zappa è contento d’aver raggiunto la salvezza ma non pienamente soddisfatto: “I play off erano alla nostra portata – esordisce l’allenatore azzanese-. Sono contento d’aver raggiunto l’obiettivo che il presidente mi aveva prefissato, ma non sono soddisfatto. Sono fermamente convinto che con la squadra a mia disposizione e con il girone d’andata che abbiamo giocato potevamo raggiungere obiettivi ben più alti. Purtroppo la squadra ha peccato di carattere e ambizione; ha mostrato di volersi accontentare quando, a mio avviso, si deve sempre puntare in alto. A questo dobbiamo poi aggiungere i problemi fisici che ci hanno colpiti in questi ultimi mesi e che hanno influito non poco”.

Comments

comments

LEAVE A REPLY