Navigazione lago d’Iseo Srl si oppone alla riscossione della tassa per Montisola

0

Solo i disabili al 75%, i pendolari e tutti i montisolani che vi abbiano abitato per almeno 10 anni non pagheranno, tutti gli altri dovranno mettere in conto un euro in più per raggiungere l’isola. Ormai è deciso, arrivare a Montisola vorrà dire dover pagare qualcosina in più, ma chi riscuoterà la tassa di sbarco?

Navigazione lago d’Iseo Srl ha intrapreso un’azione legale contro la decisione del sindaco di Montisola che vuole che sia la società stessa a incassare la tassa a partire dal primo maggio. Emilio Agostini, presidente della "Navigazione lago d’Iseo", ha spiegato a Bresciaoggi le sue motivazioni: "Non abbiamo nulla contro il Comune ma noi non siamo una compagnia marittima, siamo una compagnia lacuale. La legge prevede espressamente che siamo le compagnie di trasporto marittimo ad assolvere il compito, non parla di isole lacustri. Per la verità eravamo già pronti a stampare i ticket aggiuntivi. Il nostro è un atto dovuto. Un ricorso analogo è stato presentato dalla società che presta servizio di navigazione sul lago Maggiore e si è rifiutata di riscuotere la tassa di sbarco per le isole Borromee".
(red.)

 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Adoro Montisola. Ci vado da tantissimi anni. Ma questa stupida tassa non la pagherò mai!!! Non è certamente per un euro… ma per l’imbecillità di chi pretende questo balzello. Non ci andrò più!!!!

  2. Mi è venuto in mente che amo le sardine…. Non importa, le troverò a Clusane!!!! Ma non darò mai la soddisfazione a quel pirla che pretende l’euro!!!!!!!

  3. Tassa di sbarco, vuol dire con una barca, un motoscafo, una motonave. Attenzione: e chi arriva con un deltaplano, un elicottero o si fa catapultare direttamente da Clusane. Non si sa più cosa inventare per foraggiare le esangui casse comunali…

LEAVE A REPLY