Semifinale, l’An sfiderà la formazione napoletana Acquachiara

0

L’anno scorso il Circolo nautico Posillipo, quest’anno la Carpisa Yamamay Acquachiara: nella semifinale dei playoff, per l’An Brescia torna ad incrociare la strada di una delle (tre) formazioni napoletane. Mercoledì sera, alle 20.30, i ragazzi di Sandro Bovo saranno alla piscina Scandone per l’andata dell’importantissima sfida. Da parte di Presciutti e compagni, massima concentrazione e grinta al 110 per 100, per avere la meglio di un avversario di indubbia qualità, terza forza della stagione regolare e unica squadra, oltre al Recco, ad aver fatto perdere punti alle calottine bresciane (7 a 7, il punteggio del match disputato a Napoli). Se, magari, dal punto di vista atletico, la compagine di Paolo De Crescenzo potrebbe pagare qualcosa a causa delle due tiratissime partite (gara 2 e la bella) giocate, e vinte, contro il Posillipo nel quarto di finale, senz’altro, sotto l’aspetto del morale, l’Acquachiara parte decisamente rinvigorita: infatti, dopo aver perso la finale di Euro Cup, sempre contro il Posillipo, e dopo aver ceduto malamente nell’andata dei quarti (12 a 6, il risultato a favore dei rossoverdi), per il team degli ex Valentino-Paskvalin-Gitto-Astarita-Caprani, sembrava prospettarsi un finale di stagione poco felice. Invece, il sette di De Crescenzo è riuscito a trovare le energie per ribaltare la situazione conquistandosi un posto tra le prime quattro della pallanuoto tricolore e garantendosi la possibilità di tornare a giocare sulla scena continentale. In ogni caso, la posta in palio è bene impressa nelle menti dei giocatori dell’An, per cui non esistono distrazioni di sorta: tutto è pronto per il fatidico “Fuori i secondi”. «Eliminando il Posillipo – dichiara il tecnico dell’An, Bovo -, l’Acquachiara ha dimostrato un gran carattere: dopo gara 1, per loro era veramente complicata la situazione, invece hanno recuperato le giuste energie mentali. Nel terzo incontro, sono rimasti lucidi fino alla fine, concretizzando una vera e propria impresa; complimenti al loro staff tecnico, sono riusciti a risollevarsi meritando il passaggio alla semifinale e conquistando un posto in Europa. Dal canto nostro, sappiamo che sarà difficile ma siamo pronti a dare il meglio per arrivare ancora in finale».     

Comments

comments

LEAVE A REPLY