Semifinale, l’An sfiderà la formazione napoletana Acquachiara

0

L’anno scorso il Circolo nautico Posillipo, quest’anno la Carpisa Yamamay Acquachiara: nella semifinale dei playoff, per l’An Brescia torna ad incrociare la strada di una delle (tre) formazioni napoletane. Mercoledì sera, alle 20.30, i ragazzi di Sandro Bovo saranno alla piscina Scandone per l’andata dell’importantissima sfida. Da parte di Presciutti e compagni, massima concentrazione e grinta al 110 per 100, per avere la meglio di un avversario di indubbia qualità, terza forza della stagione regolare e unica squadra, oltre al Recco, ad aver fatto perdere punti alle calottine bresciane (7 a 7, il punteggio del match disputato a Napoli). Se, magari, dal punto di vista atletico, la compagine di Paolo De Crescenzo potrebbe pagare qualcosa a causa delle due tiratissime partite (gara 2 e la bella) giocate, e vinte, contro il Posillipo nel quarto di finale, senz’altro, sotto l’aspetto del morale, l’Acquachiara parte decisamente rinvigorita: infatti, dopo aver perso la finale di Euro Cup, sempre contro il Posillipo, e dopo aver ceduto malamente nell’andata dei quarti (12 a 6, il risultato a favore dei rossoverdi), per il team degli ex Valentino-Paskvalin-Gitto-Astarita-Caprani, sembrava prospettarsi un finale di stagione poco felice. Invece, il sette di De Crescenzo è riuscito a trovare le energie per ribaltare la situazione conquistandosi un posto tra le prime quattro della pallanuoto tricolore e garantendosi la possibilità di tornare a giocare sulla scena continentale. In ogni caso, la posta in palio è bene impressa nelle menti dei giocatori dell’An, per cui non esistono distrazioni di sorta: tutto è pronto per il fatidico “Fuori i secondi”. «Eliminando il Posillipo – dichiara il tecnico dell’An, Bovo -, l’Acquachiara ha dimostrato un gran carattere: dopo gara 1, per loro era veramente complicata la situazione, invece hanno recuperato le giuste energie mentali. Nel terzo incontro, sono rimasti lucidi fino alla fine, concretizzando una vera e propria impresa; complimenti al loro staff tecnico, sono riusciti a risollevarsi meritando il passaggio alla semifinale e conquistando un posto in Europa. Dal canto nostro, sappiamo che sarà difficile ma siamo pronti a dare il meglio per arrivare ancora in finale».     

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome