Expo 2015, tutto pronto per l’inaugurazione del Primo maggio. Brescia protagonista

0

Prima dell’inaugurazione ufficiale, che si terrà venerdì 1 maggio con lo spettacolo del Teatro alla Scala e il passaggio delle Frecce Tricolore, Expo 2015 Milano è pronto a scaldare i motori con il concerto in piazza Duomo di Andrea Bocelli in programma per giovedì 30.

La serata, condotta da Paolo Bonolis e Antonella Clerici e trasmessa in diretta da Raiuno, non vedrà solo la partecipazione del cantante lirico italiano, ma anche di numerose star internazionali.

Ma il vero evento sarà domani quando al centro dell’inaugurazione, alla presenza del presidente del Consiglio, Matteo Renzi, ci sarà l’Albero della Vita, l’opera simbolo di Expo realizzata in tempi da record dal Consorzio Orgoglio Brescia, team formato da 60 aziende bresciane che hanno finanziato il progetto e la sua realizzazione investendo 3 milioni di euro.

Al centro della Lake Arena che farà da punto centrale tra il decumano e il cardo si staglierà l’Albero bresciano: 42 metri di chioma, 456 tasselli di legno lamellare e 210 tonnellate d’acciaio Sulla cima due bandiere: il tricolore e quella biancazzurra di Brescia che sventoleranno fino al 31 ottobre, giornata di chiusura di Expo Milano 2015.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Chissà che gli ANTAGONISTI BRESCIANI …… vadano a sfasciare anche l’ ALBERO DELLA VITA visto l’ odio e la violenza che hanno nel corpo !!!! Così faremmo ancora una volta la solita figura di mmmmmmmmm davanti a tutto il mondo …….

  2. L’Expo si è avvolta nella bandiera della nazione, si alimenta della propaganda a reti unificate, condanna come antipatriottico chiunque la contesti. Che invece ne ha ben motivo, tra lavoro sottopagato gratuito, speculazione sulle aree, ruberie varie, il tutto sotto la sponsorizzazione e l’occhio vigile delle peggiori multinazionali del cibo. Expo è la vetrina del peggio di questo paese e delle peggiori ipocrisie della globalizzazione, e per questo è diventata così importante. Expo è la fiera di tutto ciò che il mondo del lavoro nei suoi momenti più duri e veri ha combattuto con la data del Primo Maggio e non è un caso che ora essa sia diventata anche una scusa per cancellare il diritto di sciopero. I movimenti ambientalisti, i precari, le lavoratrici ed i lavoratori organizzati nel sindacalismo conflittuale si troveranno assieme contro il modello Expo, e saranno l’embrione di quella coalizione sociale che può davvero contrastare il governo Renzi e ciò che rappresenta.
    Il Primo Maggio sarà di lotta contro il governo in tutta Italia, ma la sua capitale quest’anno è a Milano.

  3. Poverino … respira quando scrivi altrimenti ti viene un infarto … con TUTTI GLI SLOGAN di cui sei infarcito sembri troppo scalmanato !!!!!! E chi dovrebbe dare lavoro ad uno come te ????? Createlo tu il lavoro se ne sei capace e poi magari prova a prendere anche uno o due dipendenti e VEDRAI COME CAMBI IDEA e NON VIVRAI PIU’ DI SLOGAN IPOCRITI !!!!!!

LEAVE A REPLY