Rovato, fine commissariamento per la Lega. Con due espulsioni eccellenti

8

Si chiude con due espulsioni “eccellenti” il commissariamento della Lega di Rovato dopo la caduta della giunta Martinelli e una intricata vicenda di polemiche interne. Con una nota che curiosamente parla di “rinnovato spirito di squadra”, infatti, il Carroccio rovatese annuncia di aver posto fine al commissariamento (a reggere la sezione era il sindaco di Adro Danilo Oscar Lancini) indicando come segretario Stefano Venturi.

Nello stesso comunicato, però, si evidenzia la cacciata di due nomi molto noti a livello locale. Provvedimento scontato per l’ex sindaco Roberta Martinelli, che ha scelto di correre con una sua lista in alternativa al partito e non ha mancato di polemizzare con il partito per cui era stata eletta (come indipendente).

Più curioso il provvedimento che ha riguardato l’ex consigliere comunale Sonia Amighetti, che oggi si candida con l’ex sindaco ed ex leghista Roberto Manenti (e per questo, si legge nella nota leghista, è stata espulsa) ma fino a ieri era una dei fedelissimi del partito che ha contribuito alla caduta della giunta Martinelli. Un’espulsione che ha del kafkiano, visto che lo scorso 13 aprile (ben prima di candidarsi con Manenti) la Amighetti aveva annunciato pubblicamente la sua decisione di abbandonare la Lega in polemica con le decisioni prese a livello locale (“un mese dopo essermene andata scopro che mi hanno espulsa”, sottolinea con una punta di ironia l’interessata).

Nella nota, il Carroccio annuncia anche il nuovo direttivo rovatese, di cui faranno parte Agnelli, Archetti, Baroni, Mazzola, Grignani e Pé, quest’ultima moglie del capolista per le comunali ed ex consigliere regionale (rinviato a giudizio nell’ambito delle indagini sulle spese “folli” in Regione) Pierluigi Toscani.

 

Comments

comments

8 COMMENTS

  1. idee chiare nelle file legaiole…. bravi a far cadere una loro giunta ed ora a consegnare alla sinistra un paese così importante. Bravissimi. Ottimo responsabile provinciale!!! Diventerà anche lui onorevole come il coraggioso Borghesi ???? Speriamolo…

  2. Ottima anche la scelta di Stefano Venturi, autore del tristemente famoso post sul terremoto in Emilia Romagna.
    Prima insultato dai "suoi", poi "spinto" alle dimissioni e adesso di nuovo promosso alla carica di Segretario, il partito della Coerenza !!!

  3. Legaioli sempre più slegati, ma con la fissa della poltrona.Le espulsioni, poi,stilisticamente ricalcano le purghe stalianiane:Buon sangue non mente!Infatti, il tridutur,generatore di trotini ed affini ha sempre rivendicato il passato da milite del Marchese Berlinguer.

  4. Legaioli sempre più slegati, ma con la fissa della poltrona.Le espulsioni, poi,stilisticamente ricalcano le purghe staliniane:Buon sangue non mente!Infatti, il tridutur,generatore di trotini ed affini ha sempre rivendicato il passato da milite del Marchese Berlinguer.

  5. Unica proposta seria per il bene di Rovato è votare Angelo Bergomi, indipendentemente dal credo politico. In mezzo a sprovveduti, giochi di potere, minestre riscaldatissime Bergomi assomma la garanzia di essere un solido amministratore (è già stato un apprezzato vicesindaco per un biennio), di avere del buonsenso da vendere e con le idee chiare su come provare a risolvere i problemi della comunità. Problemi in larga parte creati dalla disastrosa esperienza targata lega-forza italia-martinelli. Che a casa sono andati e a casa dovrebbero rimanere.

  6. signori miei l’importanza e’ la sudditanza al capo. il capo fa le liste e il capo ti fa fare l’onorevole. la democrazia dipende dal kapo’ . nella lega nel pd del sig Renz nel liquidando partito del sig Berlusc ecc

  7. Signori miei Lega-FOrza Italia e Martinelli hanno dimostrato di non essere capaci di governare.
    La Martinelli stessa che, in due anni e mezzo da sindaco, si è dimostrata peggiore del peggior leghista come atteggiamenti che adesso si riveste da moderata e vittima dei giochini altrui è un giochetto che i rovatesi devono aver ben presente.

LEAVE A REPLY