Organo Antegnati, partita la raccolta fondi per il restauro: servono 260mila euro

0

Per salvare l’organo Antegnati servono 260mila euro. Custodito dal 1536 nel Duomo Vecchio, ora per il recupero dell’antico strumento sono scesi in campo la Parrocchia, il Comune e una delegazione locale del Fai che hanno già dato vita ad iniziative di sensibilizzazione che consentano di raggiungere la cifra stabilita e riportare all’antico splendore l’organo.

Ma non è tutto. Ora hanno anche dato vita ad una raccolta fondi “Aiutaci a non fermare questa musica”. Molti volti noti si sono prestati per la causa, dal direttore artistico della X Giornate, Daniele Alberti, al maestro Pier Carlo Orizio fino a colui che da 40 anni suona l’organo del Duomo, Bruno Strada.

Chiunque vorrà contribuire alla rinascita dell’organo potrà farlo visitando il sito www.organoduomo.it.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome