Unioni civili, Bergamo dice sì e Benzoni (Lista Castelletti) punzecchia la Loggia

0

“Mentre a Brescia in troppi continuano a dire che non è compito del consiglio comunale, nella cattolicissima Bergamo…”. Con queste parole il consigliere di maggioranza in Loggia Fabrizio Benzoni interviene nel dibattito sulle unioni civili, allegando un’immagine di Twitter con cui il sindaco di Bergamo Giorgio Gori annuncia trionfante il sì del suo Comune al Regolamento per il riconoscimento delle unioni di fatto.

La posizione di Benzoni sulla questione non è nuova e sulla stessa linea si è sempre schierato il movimento di Laura Castelletti. Ma nella maggioranza i castellettiani e gli esponenti della lista Fenaroli si devono confrontare con le resistenze del sindaco e del fronte cattolico, poco incline ad affrontare la questione. E’ da segnalare tra l’altro che la giunta non ha mai discusso la petizione approvata dal consiglio comunale (a maggioranza compatta) un paio di mesi fa sul tema.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. se ci tiene tanto, Benzoni è ancora libero di uscir dalla maggioranza e fare una sana opposizione per difendere le sue rispettabilissime idee. Le idee, però, sono rispettabili solo se si è disposti anche a rinunciare per loro ai posti di potere (piccolo o grande che sia).

  2. Caspita Benzoni ragioni in maniera corretta… Stavolta sbagli di grosso! Pretendere da Tentenna una mossa, un cambiamento… è davvero troppo. Benzoni arrenditi, tu e la Castelletti siete in una squadra il cui capitano è assente e quando c’è …. TENTENNA!

  3. Caro Benzoni, sei in maggioranza e non devi fare battaglie solo per certe cose…. Questa è una questione molto importante, se la usi solo come propaganda sei una delusione unica. Se invece è il tuo pensiero allora battiti. Ma non in stupidi convegni o altre inutili cerimonie. Hai un luogo dove batterti con onestà ed a viso aperto. Questo luogo è il Consiglio Comunale! Fino a quando non avrai il coraggio di farlo evita di speculare su questo tema che per qualcuno è davvero importante. Non abbiamo bisogno di radical chic abbiamo bisogno di persone di cuore. Per dirla come gli spagnoli per fare politica ci vuole: Cabeza, corazón, cojones!

  4. Il Consiglio comunale non ha approvato un bel niente. Ha inoltrato alla Giunta. Qualcuno può non capire la differenza ma qualcun altro non è giustificato dal non capirla. Non giochiamo…

LEAVE A REPLY