Prima tenta il furto, poi si nasconde nella cuccia del cane: arrestato albanese

0

Serata movimentata quella di ieri, quando intorno alle 22, sono arrivate diverse segnalazioni da parte di residenti del Quartiere “La Famiglia” alla Centrale Operativa della Questura. Segnalazioni tempestive che si sono rivelate molto utili ai fini dell’arresto. Alcuni residenti hanno infatti notato la presenza sospetta nelle vie del quartiere di tre persone che scavalcavano recinzioni entrando ed uscendo dai giardini di alcune residenze.

Uno di loro, tramite una grondaia, è riuscito a raggiungere il balcone di un appartamento sito al primo piano di una palazzina. Cacciavite alla mano l’uomo ha provato a forzare la saracinesca, ma la presenza in casa del proprietario lo ha fatto desistere e scappare. E’ stato però rintracciato poco dopo, a seguito di un inseguimento non semplice, dagli agenti della Volante Carmine giunti sul posto in pochi minuti.

L’uomo, che nel tentativo di fuggire ha cercato riparo anche all’interno della cuccia di un cane, è risultato essere un cittadino albanese del 1988, irregolare sul territorio. E’ stato trovato in possesso oltre che di cacciavite e torcia, anche di una ricetrasmittente. Nella tasca dei suoi pantaloni anche la chiave di un’autovettura.

Nonostante la sua resistenza ed il suo negare il possesso e la provenienza di un’auto, i poliziotti, cercando nelle vie del quartiere, hanno individuato una Fiat Punto parcheggiata in una strada limitrofa e risultata essere oggetto di un furto denunciato lo scorso 11 maggio a Brescia.

Molta soddisfazione è stata espressa dai residenti della zona oltre che dal proprietario dell’auto rinvenuta, all’interno della quale sono stati trovati diversi arnesi atti allo scasso, che sono stati sequestrati.

Nei confronti del giovane balcano, P.L., il magistrato ha disposto il Nulla Osta all’espulsione. Al momento l’uomo si trova presso l’Ufficio Immigrazione che sta procedendo nei suoi confronti ai fini del suo allontanamento dal territorio. L’albanese aveva già tentato un furto circa un’ora prima, con le stesse modalità, ai danni di un’abitazione in via Manziana.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. dai questo almeno ha fantasia… Sembra che l’associazione TUTTI DRITTI stia presidiando la cuccia per evitare lo sfratto!!

  2. decreto di espulsione, ma chi lo rende effettivo? lo spediscono a casa con la prima nave o all’amico vengono concessi 15 giorni di tempo per ottemperare all’obbligo? perché se così fosse… questo tizio ce lo ritroviamo a girare di nuovo con un’auto rubata e un piede di porco in mano! siamo un paese ridicolo…

LEAVE A REPLY