La Centrale del Latte batte Trieste e conquista la semifinale playoff

0

Obiettivo raggiunto: la Leonessa batte Trieste 69-55 in gara 5 al Pala San Filippo e raggiunge la semifinale dei Playoff 2015! Una serata fantastica per la Centrale del Latte, sospinta da un pubblico meraviglioso e dalla voglia di scacciare la paura di due partite storte al Pala Rubini. Brescia se la vedrà adesso con Torino (gara 1 domenica 17 alle 18 al San Filippo), anche se c’è tempo per pensare alla sfida con Mancinelli e soci: adesso c’è da festeggiare una serata bellissima, non solo per questa squadra ma per tutta una città.

Coach Diana si affida ai soliti cinque, Fernandez, Nelson, Loschi e Cittadini, così come Eugenio Dalmasson, che scende in campo con Grayson, Tonut, Carra, Holloway e Candussi. L’inizio di gara è a tinte bianco azzurre, con Brescia che firma un parziale di 5-0 con Cittadini e Bronwlee, a segno con uno step back da oltre l’arco. Candussi segna il piazzato dalla media ma la marea bresciana in campo (e sugli spalti) non si ferma: trascinati da uno strepitoso San Filippo, Loschi e Brownlee segnano ancora da oltre l’arco, costringendo coach Dalmasson al primo timeout del match quando il tabellone dice 11-3 per i padroni di casa. Gli ospiti si riprendono immediatamente e con un parziale di 6-0 costruito da Tonut e Holloway tornano a sole tre lunghezze di distanza, prima della nuova fiammata bresciana, che vale il nuovo vantaggio in doppia cifra sul 18-8 dopo 6’ di gioco. Trieste prova ad accorciare, ma Brescia chiude comunque avanti il primo quarto (15-22) e nel secondo quarto ha una nuova fiammata, questa volta diversa. Perchè a essere trainante, questa volta non è il talento dei ragazzi bresciani, ma la voglia di difendere e l’aggressività della metà campo difensiva che si trasforma in lucidità e furia agonistica in attacco: Benevelli, Fernandez e Alibegovic sono i tre grandi protagonisti e il vantaggio della Leonessa levita sempre di più, fino al +17 a 5’ dalla pausa lunga. Trieste, complice un fisiologico calo della pressione dei biancazzurri, riesce a portarsi a -11 con Tonut, che diventa -12 alla pausa lunga (25-37).

Trieste è la prima a trovare il canestro in apertura di secondo tempo e lo fa con Marco Carra: Brescia risponde presente con Fernandez e Nelson, che vanno a referto con una tripla a testa. Trieste però, come sempre nei primi minuti di terzo quarto, è aggressiva, lotta su ogni pallone e con il solito Carra in campo aperto torna in singola cifra di svantaggio. La risposta bresciana è affidata a Fernandez, che da oltre l’arco non sbaglia la sua terza tripla di serata e Cittadini, che dal taglio nel pick ’n roll ristabilisce le 14 lunghezze di distanza (48-34 a 14’ dalla fine). Trieste rimane sempre aggrappata al match con le unghie, trascinata da un infermabile Marco Carra e quando sembra che Brescia possa trovare l’allungo con Brownlee e Benevelli ecco che arrivano 5 punti consecutivi del capitano biancorosso che sanciscono il 55-43 al 30’. Alibegovic apre gli ultimi 10’ con la sua prima bomba di serata e con i liberi di Benevelli Brescia torna a +15: Carra e Tonut, complici gli errori in lunetta dei bresciani costruiscono per il -10 ma viene condannata da una sanguinosa palla persa di Holloway a 3’ dalla fine. La Leonessa sente l’odore del sangue e azzanna Trieste con un parziale di 8-0 che matura in 1’ grazie ai 5 punti di Brownlee e alla tripla di capitan Loschi, chiudendo sul 69-55. La semifinale, con Torino, è acciuffata: appuntamento Domenica alle 18.00 al San Filippo.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome