Centrale contro Manital Torino, Nelson: “Sfida stimolante, siamo pronti”

0

La gara 5 ha visto la Leonessa superare Trieste e domenica 17 maggio la vedrà scontrarsi sul campo al Pala San Filippo alle 18 contro la Manital Torino. Di questo si è parlato nella conferenza stampa pre-gara nella quale sono intervenuti coach Andrea Diana e di Roberto Nelson.

 

"Prima di tutto vorrei tornare rapidamente alla partita di mercoledì – ha esordito il coach -, una gara che ha dimostrato come la squadra sia cresciuta e abbia imparato tanto dalle due sconfitte subite a Trieste. Sicuramente è stata una serie che ci ha insegnato molto: certo, avremmo potuto e forse dovuto chiuderla in gara 3, e dal punto di vista fisicos sarebbe stata la cosa migliore, ma averla chiusa in gara 5, in quel modo, è stato ancora più importante dal punto di vista dell’esperienza".

"Ora sotto con Torino – ha aggiunto Diana -, una squadra che non è la stessa di quella che abbiamo affrontato nel girone di ritorno, visto che hanno inserito un giocatore importante come Miller e hanno Mancinelli al massimo della forma. Torino è formata da giocatori di grande esperienza e qualità: quello che era mancato durante l’anno, ovvero la continuità e la chimica di squadra, è stato superato proprio dalla leadership di alcuni interpreti, soprattutto lo stesso Mancinelli, che ha indicato un po’ la strada a a tutti gli altri. Noi dovremo essere bravi ad aggredirli fin dalle prime azioni: sarà importante l’approccio alla partita e come ci presenteremo a questa sfida. Dovremo essere pronti fin da subito a giocarcela a viso aperto".

"Torino favorita? Sicuramente sappiamo che è una squadra costruita, a differenza nostra, per vincere il campionato – ha concluso coach Diana -. Ma noi abbiamo il fattore campo e con il meraviglioso pubblico di mercoledì possiamo colmare le distanze e giocarcela alla pari. Cosa mi preoccupa di Torino? Due aspetti su tutti: la taglia, visto che è una squadra molto fisica anche nelle guardie e nelle ali piccole, e in secondo luogo l’esperienza, che si traduce in tanti piccoli aspetti ‘intangibili’ che possono fare la differenza".

"Sto bene – le parole di Roberto Nelson -: lo staff medico ha fatto qualcosa di eccezionale con me e Massimo mi ha mantenuto in forma ogni giorno anche se non potevo partecipare agli allenamenti. Ma tutti hanno avuto grande fiducia in me, hanno sempre creduto che io potessi essere pronto per i playoff, così come i tifosi. E questo ha sicuramente reso le cose più facili. Per questo voglio ringraziare tutta la squadra e la società".

"Per quanto riguarda Torino – ha aggiunto Nelson – sappiamo che sono una squadra davvero molto forte, ma anche noi lo siamo e lo abbiamo dimostrato in gara 5 contro Trieste. Certo, tutti avremmo voluto vincere in 3 o 4 partite, avremmo avuto un maggior riposo, ma non è facile vincere in trasferta e l’eliminazione di Verona lo testimonia. Lo staff tecnico ci sta preparando alla grande su questa serie, che sarà molto dura. Ma noi, come ha detto il coach, vogliamo far valere il fattore campo perchè abbiamo dei tifosi davvero stupendi e non vogliamo deluderli".

"Gioco sempre bene contro Torino? Sì, ricordo che ho fatto due buone prestazioni – ha concluso Roberto – ma non credo ci sia un motivo particolare. Diciamo che mi piace giocare contro questo genere di squadre, quelle che all’inizio dell’anno ti dicono sono le più forti del campionato. La sento come una sfida molto stimolante e non vedo l’ora di scendere in campo contro di loro!"

Comments

comments

LEAVE A REPLY