Il Mercato dei Grani nelle mire del Maestro Massari: il 26 maggio si valutano le offerte

0
Bsnews whatsapp

L’ambitissimo, ma non ancora ceduto Mercato dei Grani, sarebbe nelle mire anche di Iginio Massari, il Maestro pasticcere non solo di Brescia ma dell’Italia intera. A competere con la sua proposta, come racconta il Corsera, il gruppo Dac di Flero che da oltre 40 anni si occupa di ristorazione. Quindi quel meraviglioso palazzo in stile neoclassico, di 1800 metri quadri, sembra proprio che sia pronto a ospitare attività ricettive dedicate al turismo. L’investimento è comunque importante: si parla di 500 mila euro in su anche perché la Soprintendenza ha ordinato un restauro unitario: facciata omogenea e portico (700 metri quadri) ad uso pubblico. I dettagli delle due proposte restano comunque segreti: saranno valutati il 26 maggio durante una seduta pubblica.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Ma le balle che sparano le credete??? 500.000 euro per restaurare questo edificio? Facciamo un esercizio di aritmetica per capire quanto hanno previsto di spendere…. 500.000/1.800=278 (arrotondati) euro al metro2!!! Chi ha messo a posto una piccola casa senza sofisticatezze da restauro con Soprintendenza sa che questa cifra è ridicola! Questo è il problema di una iniziativa, partire già con cifre sbagliate. Se i numeri sono grossolani non usiamoli! Si può sapere cosa dovrebbero fare con 500.000? Perché le facciate+il portico e sue murature sono anche superiori ai 1.800 metri quadrati…. La cosa è sospetta!!!

  2. Un grazie a chiunque cerchi di recuperare, magari proprio ad utilizzo di ricezione turistica, un immobile che è ormai ridotto ad uno stato di fatiscenza e sporcizia tali da essere "fisicamente evitato" anche semplicemente come via di transito pedonale. In quanto all’investimento per chi acquista ed all’introito per le casse comunali, va ricordato che un paio di bandi pubblici sono andati deserti (come del resto tutti quelli fatti dal Comune nel 2014 per dismettere immobili pubblici di rilievo) e che non si conoscono ad oggi le nuove scelte economico-finanziari e del Comune per ritentare la vendita.

  3. Speriamo che qualche privato si faccia carico di riportare in vita il Mercato dei Grani nel rispetto dell’edificio (la fiducia verso la Soprintendenza e’ pari a zero). Se fosse Massari tanto di guadagnato rispetto ai soliti grandi gruppi che propongono esercizi di basso livello!

  4. a rileggere il primo commento sembra che la somma sia sbagliata in effetti. Non è che lo si vuole rifilare a qualcuno che poi non può sostenere le spese? O peggio poi si scopre che il comune parteciperà alle spese in favore dell’assegnatario???

RISPONDI