Ecomafie, la Commissione d’inchiesta arriva a Brescia il 16 giugno

0

E’ stato confermato oggi dall’ufficio di Presidenza il programma della missione che la Commissione d’inchiesta sulle ecomafie effettuerà a Brescia il prossimo 16 giugno. Il programma prevede per la mattina del 16 alle ore 10,15 il sopralluogo nell’area dell’Ex Selca di Berzo Demo. Al rientro intorno alle ore 14 presso la Prefettura di Brescia i membri della Commissione inizieranno le audizioni con gli esponenti delle istituzioni locali, della Prefettura e della Procura di Brescia, del Noe di Brescia, dell’Arpa e della Asl locali. Il giorno successivo, la mattina del 17 giugno a partire dalle ore 9, proseguiranno le audizioni sul tema dell’Ex Selca con il curatore fallimentare e con il Sindaco de Berzo Demo e con esponenti della Sorin e dell’Ex Caffaro, dell’Avvocatura di Stato e della Regione Lombardia. Al termine delle audizioni, intorno alle ore 12,30 è prevista una conferenza stampa. Alle ore 13,30 i membri della Commissione proseguiranno la missione con un sopralluogo nell’area dell’Ex Stabilimento Caffaro e a seguire dalle ore 15,30 in poi trasferimento a Montichiari per il sopralluogo nell’area della discarica.

 

“La missione della Commissione d’inchiesta a Brescia”, spiega Miriam Cominelli, membro del PD della Commissione, “segnerà un momento di grande importanza per il nostro territorio. Dopo mesi di interrogazioni, richieste e pressioni parlamentari sono riuscita ad ottenere questo importante risultato che finalmente farà luce su quella che va considerata come una vera emergenza nazionale. L’obiettivo sarà mappare le situazioni a rischio, valutare l’entità del danno e procedere alle necessarie bonifiche per la salute dei cittadini e dell’ambiente. Il focus di indagine della Commissione sarà rivolto in particolare al tema delle bonifiche e dell’interramento di rifiuti sotto le strade, considerando che fra le tante situazioni su cui è necessario fare chiarezza ci sono le troppe discariche illegali che segnano tutto il territorio, la triste eredità della Caffaro, e i tanti fenomeni criminali connessi al ciclo dei rifiuti”.

Comments

comments

1 COMMENT

LEAVE A REPLY