Vittoria al Torino nella seconda gara, Centrale perde 85-74 al San Filippo

0

Niente miracolo stavolta. In una gara dall’andamento molto simile alla prima, la Leonessa non riesce a replicare la straordinaria rimonta e viene superata al Pala San Filippo da una Manital Torino molto determinata e concentrata per 40 minuti. Il punteggio finale premia la formazione di Bechi, che espugna il San Filippo 85-74 e pareggia la serie. Migliore in campo per Brescia Roberto Nelson con 24 punti. Venerdì 22 maggio alle 20.45 al PalaRuffini di Torino è in programma la gara 3.

Torino parte con la stessa intensità di gioco, sia in attacco che difesa, retta in un primo momento da Brescia, che con Loschi e Fernandez trovano subito la via del canestro e firmano l’8-4 per la Centrale. Torino vuole dimenticare presto l’epilogo della gara 1, alza ancora di più il ritmo e piazza un parziale di 12-3 che incanala il match su binari favorevoli, con protagonista un ottimo Mancinelli, protagonista dal post basso. Brescia fatica in attacco e Torino, con la schiacciata di Ian Miller vola a +9, chiudendo il primo quarto sul punteggio di 13-22. La marcia degli ospiti continua fino alla pausa lunga, con Brescia che le prova tutte per fermarla, ma poco può contro una PMS organizzata e aggressiva come non mai: trascinata da un pazzesco Ian Miller (14 punti alla pausa lunga), la PMS scappa infatti a +24 sul punteggio di 49-25 a metà partita.

Anche questa volta Brescia gioca terzo e quarto periodo con grande intensità e voglia, ma il miracolo non succede anche nella gara 2. Nel terzo periodo Brownlee si carica sulle spalle la squadra e trasforma il -24 in -18, che diventa -16 sul 35-51 di Roberto Nelson. Cittadini trova la schiacciata, ma Torino ritrova il canestro con un gioco da tre punti di Giachetti: le due squadre si rispondono a vicenda negli ultimi minuti del terzo quarto e si arriva all’ultimo quarto di gioco sul punteggio di 47-65 in favore degli ospiti. Trascinata da Marco Passera, Brescia prova ancora a riportarsi sotto e a 5’ dalla fine il distacco è di sole 11 lunghezze (61-72): questa volta Torino risponde con i suoi uomini d’esperienza e si tiene sempre lontana da una coriacea Brescia. Solo a meno di un minuto dalla fine il distacco è sotto la doppia cifra, merito di una coraggiosa Leonessa, che purtroppo non riesce a replicare il successo di Gara 1. Ora la serie si sposta a Torino per la Gara 3.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Adesso la vedo dura, visto che in trasferta ultimamente si è sempre perso. Per la promozione serve un organico più forte di quello attuale.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome