Manifestazione sentinelle in piedi a Desenzano, Lacquaniti (Pd): la Questura la blocchi

31
Bsnews whatsapp

Con un comunicato il deputato del Pd, Luigi Lacquaniti è intervenuto per chiedere alla “Questura di revocare l’autorizzazione” alla manifestazione prevista per sabato 24 maggio a Desenzano delle Sentinelle in piedi. Manifestazione “dal sapore fondamentalista – scrive Lacquaniti – che getta discredito su Desenzano, città accogliente e tollerante”.

DI SEGUITO IL TESTO INTEGRALE DEL COMUNICATO

Domenica prossima, 24 maggio, si sono date appuntamento a Desenzano del Garda le cosiddette “Sentinelle in piedi” per protestare contro il ddl Scalfarotto: come al solito, si presenteranno in piazza con un libro in mano e il loro caratteristico atteggiamento meditabondo, per difendere quella che loro definiscono “libertà di opinione”. Si tratta chiaramente di una manifestazione pretestuosa, espressione di un oscurantismo culturale, che pensavo non potesse più appartenere all’Italia del XXI secolo. La proposta di legge contro cui si scagliano, vuole estendere il reato di discriminazione ai casi di transfobia e omofobia. Pretendono di ergersi a difesa della tradizione cattolica, in realtà mi pare non abbiano nulla in comune con le recenti parole di apertura e comprensione di Papa Francesco. La loro propaganda discriminatoria e reazionaria, densa di pregiudizi, nulla ha da spartire con il messaggio cristiano di accoglienza e di tolleranza.

Se l’obiettivo di queste sedicenti “Sentinelle” è evitare che alle persone omosessuali o transessuali vengano riconosciuti i diritti civili discendenti dalle unioni civili, sappiano che è una battaglia ormai perdente e antistorica. La Storia cammina e gli italiani, gli stessi cittadini desenzanesi, il Parlamento, sono ormai pronti alle unioni civili.

Sono convinto che a tutti vada garantito il diritto di manifestare anche pubblicamente il proprio pensiero, le proprie idee, e sono pronto a battermi perché tutti possano farlo, anche se sono idee distanti dalle mie. Tuttavia sono ugualmente convinto che a nessuno possa essere concesso di manifestare atteggiamenti e idee palesemente discriminatori, che confliggono con i principi fondamentali e lo spirito della Costituzione. Questo non è più il tempo degli autobus di Montgomery! Chiedo pertanto alla Questura di revocare l’autorizzazione a questa manifestazione dal sapore fondamentalista che getta discredito su Desenzano, città accogliente e tollerante.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

31 COMMENTI

  1. i più fondamentalisti siete voi che non ammettete che la gente la pensi diversamente. e pensa che io la penso esattamente come te

  2. io son democratico e per la liberta’ di espressione pero’ se le idee son contrarie alle mie non posso accettare che venga manifestato apertamente il pensiero di queste persone,ma non ditemi che ci son analgoie con le dittature perché io son per la liberta di tutti………..

  3. Strana la posizione assunta da Lacquaniti. Perchè ? Lui ha militato di seguito in: Democrazia Cristiana, Partito Popolare Italiano, Margherita. Ma poi, virando a sinistra: Democratici di Sinistra, Sinistra Democratica, Sinistra Ecologia e Libertà, partito quest’ultimo che nel 2013 lo nominò parlamentare. Calma: nel 2014 è passato però nel Gruppo Misto, poi nel sottogruppo Misto Socialisti Europei e, soffrendo come ha detto, è passato nel novembre 2014 nel Partito Democratico con altri undici parlamentari di SEL. Si è distinto per quattro proposte di legge: modifiche del CP per reati contro gli animali, contrasto dell’obsolescenza dei beni di consumo, turimo come cmpetenza cocnorrente Stato-Regioni, e su tutte "Disposizione per il riconoscimento della pratica del naturismo". Mi chiedo sotto quale casacca chieda la revoca di una manifestazione definita "dal sapore fondamentalista" come quella delle Sentinelle in Piedi. Quantomeno strano, ricordando in più che nel 2008 Lacuqaniti è passato dalla chiesa cattolica a quella valdese.

  4. Una volta ogni tanto sono d’accordo con il finto liutaio…..inoltre il Lacquaniti era pure ..Democrazia Cristiana che lascia nel 1990 non condividendo l’intervento militare nella Prima guerra del Golfo. Nel frattempo completa il Servizio civile sostitutivo del Servizio militare. Dal 1992 al 1994 vive un’esperienza religiosa che lo segna profondamente. Nel 1996 si laurea in Giurisprudenza all’Università Statale di Milano.
    Dal 1997 lavora presso la Confesercenti di Milano, occupandosi di contributi e finanziamenti a tasso agevolato per commercianti e piccole imprese.
    Lasciata per qualche tempo la politica attiva, accetta di presiedere le Acli del basso Garda bresciano, fonda l’Associazione Aclisolidale Oltre L’Orizzonte con cui viene avviata una Bottega del Commercio Equo e Solidale.
    L’attivit à professionale viene bruscamente interrotta nel 2004 con il licenziamento e deve affrontare una lunga vertenza.
    Dal 2006 lavora per la Società partecipata del Comune di Desenzano del Garda dove si occupa di Tariffa d’Igiene Ambientale, di parcheggi e mobilità e delle Farmacie

  5. Caro Lacquaniti, per quanto sia anni luce lontano dalle posizioni delle ‘Sentinelle in piedi’ chiedere alla Questura di ritirare l’autorizzazione – in assenza di problemi di ordine pubblico- mi sembrerebbe una ‘genialata’ inaccettabile. In termini di principio democratico e pure d’opportunità politica. E avrebbe dovuto bastarti la prima a sconsigliarti dallo scrivere quel che hai scritto. Per quel che conta, in fatto di tolleranza mi sentirei di esprime il punto di vista d’un PD…diverso.

  6. Il soggetto ritratto in foto tutto meditabondo vuole impedire ad altri di esprimere la loro opinione perché in contrasto con la sua attuale opinione, salvo dichiararsi paladino della democrazia. Questo individuo pretende pure di dirci cosa e’ bene e cosa no. Perdippiu’ lo paghiamo una vagonata di palanche. Sono disgustato

  7. Credevo significasse partito democratico. Invece, chissà che vuol dire. Vuoi vedere che ha a che fare con i talebani o altri integralisti. Questo deve essere un califfetto o giu’ di li’. O no?

  8. Finalmente, dopo il bigio ecco una vera iniziativa dal sapore fascista! Ci voleva proprio, sono anni bui e abbiamo bisogno di una guida che ci mostri la strada. Lacquaniti se avanzo ti seguiamo se indietreggi…. bhe lasciamo perdere. Il comunicato dell’italico ardito prosegue con il seguente comunicato via telegrafo: "a queste sentinelle gli spezzeremo le reni!", tutta la piazza plaude al virile proclama! Grazie PD di permettere a questi tesori di emergere! Grazie PD! Mi spiace per Bragaglio, sei l avecchia guardia! Lacquaniti ti ha rottamato!

  9. forse è bene convocare anche un battaglione di Marò (due sono dispensati dal presentarsi….). Desenzano sarà blindata! Sentinelle all’erta Lacquaniti sta arrivando (o manda qualcuno di sua fiducia….)

  10. ‘Un Grande’, ti ringrazio, ma non dispiacertene. Con l’esser della ‘vecchia guardia’ ne porto pure vanto. Intanto vedo i proclami dei rottamatori, ma ‘il finale di partita’ dei rottamandi ancora no. Vedremo…ma se del caso, come ultimo desiderio – dato che non fumo – chiederei che per il colpo di grazia, fatale seppur metaforico, mi venisse almeno risparmiato… Lacquaniti!

  11. Nooooooooooooooo!!!! E’ tornato il Deputato della Repubblica Italiana eccellentissimo et reverendissimo LACQQUANITI!!!Per carità di Dio e di tutti i Santi! mandatelo in missione all’estero così non ci scoccia più con le sue facezie!!!Il vuoto assoluto , ecco cos’ è questo signore. E questo prende pure uno stipendio….Nb. stia attento che se lo trovano i suoi (ex) compagni di SEL dell’area filo gay magari gli fanno qualche scherzetto…..Ahhhh hhhhhhhhhhh,ahhhhhhh hhhhhhhhhh,ahhhhhhhh hhhhhhhh!

  12. Mi sento distante dalle sentinelle, ma non vedo che problemi ci siano se questi signori stanno in piedi leggendo un libro. Mi pare che questo poco onorevole dovrebbe pensare ai signori dei centri sociali che da veri squadristi impediscono a chi non la pensa come loro di parlare.

  13. Scriva quel che vuole, questo signore, ma lasci stare il Papa che ha appena incitato i laici cattolici a darsi una mossa per non permettere che le ideologie di oggi, gender in particolare, distruggano la famiglia e manipolino i loro figli e a suo tempo, in Argentina, definì le Unioni Civili e i matrimoni gay "frutto dell’invidia del demonio nei confronti della famiglia"

  14. Scriva quel che vuole, questo signore, ma lasci stare il Papa che ha appena incitato i laici cattolici a darsi una mossa per non permettere che le ideologie di oggi, gender in particolare, distruggano la famiglia e manipolino i loro figli e a suo tempo, in Argentina, definì le Unioni Civili e i matrimoni gay "frutto dell\’invidia del demonio nei confronti della famiglia"

  15. L’invidia del demonio per la famiglia, così diceva Papa Francesco ? Urpo, ma allora questi diavolacci si impegnano ancora alla grande. Eppure, per come va l’umanità, dovrebbero averne sempre più di anime dannate da abbrustolire nel fuoco eterno, che è poi l’unico lavoro che li vede impegnati e soddisfatti nell’aldilà. Oppure ci stiamo dicendo un sacco di fregnacce tutti quanti, comprese le Sentinelle che fanno la guardia ad un presidio dell’etica al quale la Chiesa Cattolica ha da tempo rinunciato in pensieri, parole, opere ed omissioni.

  16. Ovviamente la mia era una affermazione ironica. per sottolineare dove la novità ci stà portando. Non sono mai sulle tue posizioni ma ammetto che spero che ci siano più persone a destra e a sinistra (spero siano di più a destra) che fermino questo indietreggiare del pensiero politico. Pensiero che è così povero che basta un twit a contenerlo! Io sono preoccupato seriamente quando vedo persone come te (ripeto lontane dal mio pensiero) messe ai margini dal così detto nuovo che avanza (o indietreggia??). Anche a destra non emerge una idea, tentano di emergere persone ma sono le idee che fanno la politica e che possono coagulare più persone. Ma basta cose serie, c’è Lacquaniti da seguire e con attenzione, con le sue preziose e solide idee…..

  17. Quella che Laquaniti vorrebbe impedire si chiama pacifica espressione di un pensiero. Anche se da lui (e pure da me se proprio vogliamo essere precisi) non condiviso. Ma il nostro onorevole non si pone il problema che forse molti trovano fondamentaliste e pericolose le sue di espressioni e per questo mica pensano di chiedere alla questura di cucirgli la bocca? Questo è un atteggiamento, che purtroppo conosciamo molto bene, assolutamente antidemocratico. Atteggiamento che, guarda te che caso!, non viene mai evocato per altri tipi di manifestazioni. Che ne so, di qualche centro sociale. Ove vi sarebbe da discutere pure sull’aggettivo "pacifico".

  18. Fantastico esempio di tolleranza, tanto decantata in altre sedi dalla sinistra.
    Le manifestazioni da bloccare non sono quelle silenziose e pacifiche ma quelle che si sa a priori che porteranno tumulti e danneggiamenti. L’ipocrisia non ha limite.
    L’Italia ha propio bisogno di politici come questo Lacquaniti….

  19. Chiaramente contrario all’iniziativa di questo pagliaccio, MA e ripeto MA provo un disprezzo totale verso queste ridicole sentinelle. Chissa’ come tutti si ritrovano sempre d’accordo quando c’e’ da sparare contro i gay, ma di cosa avete paura! Ausilia, rileggiti bene le parole del Papa.

  20. Ma è quel Lacquiniti, eletto a Brescia ma che fa sostegno alla campagna elettorale di Gioia Tauro? Esempio cristallino di coerenza e rispetto per gli elettori.

  21. Lacquaniti la panzer divisionen del PD, questo granatiere della politica, questo fulgido esempio di intelletto fine e acculturato. Un esempio per tutti!

  22. Quanto dobbiamo aspettare perchè la Loggia metta la statua dello Lacquaniti nudo in Piazza della Vittoria? Quanto???? Spero almeno che la sua foto, che già testimonia molte cose…, sia messa accanto a quella del Presidente Mattarella in ogni ufficio pubblico! Signor Bragaglio vuole sostenere con me questa nobile iniziativa prima che Renzi se ne impadronisca??

  23. personaggi che vanno, tornano , ritornano!!! Un club "esclusivo" di riccone e di babbione l’ha pure invitato come relatore d’onore anzi d’onorevole sul nulla e sul niente ad un "convegno". Ogni riferimento e’ puramente casuale e frutto dell’immaginazione.

  24. Facciamo sfilare al posto di questi reazionari, i No-Tav, i black block, gli antagonisti, gli animalisti e i no-global così Lacquaniti è più contento, i desenzanesi meno.

  25. Rilassatevi, elettori bresciani e guardatevi bene intorno prima di votare. Eletti nel 2013 da tutt’altri elettori, ma di fatto nominati rispettivamente da Vendola e Monti, sono passati in itinere nel Partito Democratico due parlamentari bresciani: Lacquaniti proveniente da SEL dopo rapidissimo transito nel Gruppo Misto e Gregorio Gitti, l’Avvocato Professore genero di Giovanni Bazoli, da Scelta Civica. Entrambi, così hanno detto e scritto, dopo sofferta ponderazione. Un gran bel Partito Democratico bresciano e lo ricordo soprattutto al mai domo e saggio Claudio Bragaglio.

RISPONDI