Salò, l’ex consigliere continua la sua campagna contro l’amianto che uccide

0
Bsnews whatsapp

Non si ferma la battaglia contro l’amianto di Gianluca Pezzali, ex consigliere del Movimento Salodiano indipendente di Salò che in questi giorni sta continuando nella sua opera di affissione di manifesti sulle pareti degli edifici dove è ancora presente l’amianto che riportano il messaggio: “L’amianto uccide”.

Messaggio quanto mai diretto che punta a sensibilizzare privati e istituzioni alla bonifica dei siti pericolosi. Già quando era consigliere Pezzali aveva fatto un reportage degli edifici con coperture d’amianto, riuscendo a fotografarne ben 77. La legge prevede che i cittadini o i titolari di aziende le cui abitazioni o capannoni presentino coperture d’amianto, ne denuncino la presenza e provvedano alla bonifica, che secondo una legge della Lombardia dovrà concludersi entro il 16 gennaio 2016.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Attenzione non so che informazioni abbia questo signore ma se non è uno più che competente rischia di prendere fischi per fiaschi! Molti dei tetti sembrano in fibroamianto ma sono in realtà un diverso ed innocuo prodotto ovvero il fibrocemento che a prima vista si confonde con il pericoloso fibroamianto. Vale la pena ricordare che comunque il fibroamianto è pericoloso se fratturato, rotto che esponga quindi il rischio di volatitilità delle fibre di amianto contenute.

RISPONDI