Tre anni dalla morte di Sara Comaglio: la madre mette uno striscione sulla 45 bis

0

"Sara morta qui il 22 maggio 2012 nella trappola dell’acqua. Non dimenticate!!!" Questo il grande striscione che i viaggiatori lungo la strada 45 bis trovano sul parapetto del sottopasso dove trovò la morte Sara Comaglio.

La giovane aveva solo 22 anni quando perse la vita, la tragica mattina di tre anni, mentre stava percorrendo la strada provinciale e perse il controllo della sua macchina a causa dell’allagamento del sottopasso situato nel territorio di Prevalle. Bastarono 10 centimetri di acqua per spegnere per sempre il sorriso di Sara, ma a distanza di anni sua madre non dimentica. La rabbia della signora Maria Luisa è stata gridata più volte, e nel frattempo la Procura ha aperto un fascicolo per omicidio colposo contro ignoti. I tecnici rilevarono infatti che i muri del sottopasso filtravano acqua dai terreni adiacenti anche quando non pioveva (la mattina in cui perse la vita Sara non stava piovendo).
(red.)

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Caro utente non registrato, come puoi dire stare più attenti? Ma hai seguito tutta la vicenda ,no propio no ! Lo scorso autunno è stato pubblicato che non è stata colpa di Sara ma di chi ha ignorato ,dalla sera precedente gli sms che avvisavano Anas del problema. È molto utile che lei vada a ripescare tutti gli articoli e legga attentamente quanto scritto ,tutto corrisponde a verità io seguo il caso dall’inizio e quanto viene scritto. Corrisponde a verità, non ci crederà ancora ? Allora prima di parlare a caso e sparare certe affermazioni si informi , chiami Maria Luisa e ne parli con lei . Evidentemente , e non lo auguro , non conosce il essere Madre , non conosce il significato della parola combattere , non ha idea di cosa significhi capire, informarsi prima di intervenire. Le auguro tutto molto bene…

LEAVE A REPLY