Almansi (Sel) con l’Arcigay: le manifestazioni delle Sentinelle sono contrarie alla Costituzione

16
Bsnews whatsapp

Con una nota l’esponente di Sel, Beppe Almansi interviene per prendere posizione nei confronti delle richieste provocatorie dell’Arcigay Orlando di Brescia che nei giorni scorsi ha lanciato un appello chiedendo di boicottare i comuni di Desenzano, Salò e Tignale nei quali le Sentinelle in Piedi hanno organizzato una veglia di protesta contro le unioni civili e la proposta di legge contro l’omofobia.

DI SEGUITO IL TESTO INTEGRALE DEL COMUNICATO:

Accolgo con favore l’invito degli amici dell’Orlando Arcigay di Brescia  di prendere posizione nei confronti della loro campagna contro la discriminazione e l’omofobia.
Non capire che, come ancora oggi accade anche a menti  che dovrebbero essere più aperte di quello che mostrano di essere, la campagna dell’Orlando, volutamente provocatoria, è una forma di lotta di lunga tradizione, pacifica e nonviolenta, che cerca di mettere ognuno di noi, ed in particolare chi ha responsabilità istituzionali , davanti alle proprie responsabilità.
Su questi temi non è più possibile assistere ad atteggiamenti cerchiobottisti ed è giusta la richiesta dell’Orlando che si  vada oltre le parole per giungere finalmente ai fatti.
Solo così quel divario, sempre più visibile tra la politica e la società potrà essere colmato.
Consentire a persone dichiaratamente omofobe e che hanno posizioni dichiaratamente discriminatorie, come le sedicenti “sentinelle in piedi”,  di manifestarle in piazza non solo non è democrazia ma è andare contro la nostra stessa Costituzione.
Avere un atteggiamento di equidistanza tra questi sedicenti “cristiani” e chi reclama con forza il proprio diritto a vivere una vita senza discriminazione per il proprio orientamento sessuale è , per chi pretende di rappresentare “il popolo” , un atteggiamento colpevole e che favorisce la discriminazione.
Sui diritti civili, così come per quelli sociali, sostengo da tempo che rappresentino la prova della maturità di una politica, e nel mio caso di una sinistra, che non può e non deve più dare spazio ad interpretazioni.
Stare con l’Orlando per questa battaglia di civiltà è un dovere per chi, come me, non è più disposto a sacrificare sull’altare di “ben altre priorità” la semplice e determinata richiesta di diritti che sono alla base di un paese civile e democratico.
Da domani nell’Hotel in cui lavoro sarà ben visibile l’adesivo di Arcigay contro le discriminazioni

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

16 COMMENTI

  1. Se lo dice uno di Sel, cioe’ uno che ha nostalgia dell’Urss, c’e ‘ da credergli. Il regime rimpianto era un esportatore di democrazia, o no? Talvolta e’ meglio tacere, piuttosto che dire scemenze.

  2. Siamo in un paese capitalista da sempre. Però quando le cose non vi vanno bene date colpa ai comunisti che in Italia non hanno mai governato. Spiegami questa bambo

  3. Ci sono pure gli americani come esportatori di democrazia: la Corea, il Vietnam e poi più avanti l’Afghanistan e l’Iraq. Nel tempo sono migliorati perchè hanno esportato democrazia importando gas e petrolio. Altro che i compagni bolscevichi !

  4. Nel tuo paradiso comunista gli omosessuali finivano in Siberia, oh genio. Non decidi tu, col tuo minuscolo brain, cosa e’ democratico e cosa no. Capisco che per te e’ difficile capirlo, posto che non sei molto attrezzato per farlo. Saea’ quello il motivo per cui sei per il pensiero unico perdippiu’ gia’ confezionato da altri. Piu’ di un concetto richiederebbe la presenza di piu’ volume e piu sinapsi, vero?

  5. Caro Almansi ho l’impressione che non ti sian chiare cose fondamentali. Altro che cerchiobottismo! Un conto la polemica anche aspra con posizioni e manifestazioni delle Sentinelle. Che io stesso ho fatto esplicitamente. Altra cosa voler boicottare una città, come Desenzano, perché ospita una tale manifestazione. Lì c’è un confine invalicabile – quello dei diritti di libertà – che ti sfugge. Sii coerente, nel sostenere la posizione (per me sbagliata) dell’Arci Gay, e chiedi di boicottare anche Brescia (quella che ha votato in Consiglio la Petizione sui diritti civili) e tutti i comuni in cui si svolgono tali manifestazioni. Non un capro espiatorio. La provocazione ha un suo senso, ma non quando si propone di danneggiare città e cittadini. Peraltro una città come Desenzano aperta e non omofoba. Vedi la posizione del sindaco Rosa Leso. Poi ci si mette pure l’on. Lacquaniti, buon ultimo arrivato al PD, ad invocare un divieto del Questore. I veri e peggiori cerchiobottisti sono i libertari (per se stessi) che invocano (contro gli altri) i questurini. Almansi, evita per favore. Il clima generale su questi temi sta positivamente cambiando. Non roviniamolo. Capisco che ogni tanto ci possa stare un cicchetto d’opportunismo, molto meno una sbornia incontenuta di masochismo!

  6. le cose vedi referendum si sistemano da sole spesso senza i "soloni" dei politici che se davvero volessero fare qualcosa di concreto (VEDI LEGGI) sarebbe anche ora

  7. Almansi, capisco e rispetto la tua posizione, pur non condividendola. Non vorrei ripetermi, quindi mi limito all’essenziale d’una valutazione solo politica. Tu guardi ad un elettorato minoritario del 5%. Io penso invece che sia maggioritario anche in Italia, e senza scomodare l’Irlanda, un elettorato che da una parte non condivide la posizione omofoba delle Sentinelle, ma dall’altra non accetta neppure limitazioni di libertà e di diritti di manifestazione. Tantomeno accetta che si boicottino città in cui tali manifestazioni si svolgono. La battaglia dei diritti civili è vincente se condotta all’insegna delle più ampie libertà personali. Sempre e per tutti. Non ad intermittenza. Semmai son le Sentinelle che invece vogliono limitarle. Non lasciarle completamente sole ed isolate su questo terreno e fornire loro addirittura l’alibi delle vittime lo ritengo un errore. Tutto qui.

  8. Le sentinelle hanno ragione quando affermano che tra poco sarà un reato affermare che la famiglia formata da un uomo ed un donna é meglio di quella formata da due persone dello stesso sesso. Esattamente come oggi é un reato affermare che bisognerebbe ripristinare lo schiavismo.
    La tolleranza non può applicarsi agli intolleranti, ovvero a coloro che non riconoscono a tutti gli uomini, pari diritti e pari dignità. Sarebbe una contraddizione logica.
    Tuttavia credo sia un errore oggi invocare un divieto delle manifestazioni delle sentinelle, sia perché la legge non permette di vietarle, sia perché ancora deve consolidarsi una coscienza civile e offrire alle sentinelle di passare da vittime é controproducente.

  9. Scusami, dopo il comunicato dell’altro e questo qui…. Cavolo arrenditi… sei circondato hahahahh il plotone formato da Lacquaniti e Almansi! A volte capisco sia meglio rottamato che accomunato… Leggo con raccapriccio la risposta che ti manda il secondo… Ma davvero non capisce? Dove abbiamo sbagliato con questi due? La democrazia è così indigesta?

  10. Grazie al cielo nel PD i Bragaglio sono pochi e nella sinistra abbondano i Lacquaniti e Almansi. ALtrimenti noi di destra avremmo vita difficile. Quindi Braviussimo Lacquaniti e Bravissimo Almansi, senza di voi l adestra non può vincere!! GRAZIE

  11. Questi due, noti a NESSUNO, devono dirla grande per poter sembrare vivi. Un suggerimento a por signori, perché non provate a dire cose intelligenti???! Le noteremmo di più ve l’assicuro!

  12. due perle del firmamento costituzionale! Altro che De Gasperi ora abbiamo questi due! Finalmente il risveglio di due menti raffinate. Questi due messi assieme possono spazzare via per sempre la Sinistra! Come dite???….. Sono di Sinistra questi due…….?! Ma allora Bragaglio? Bragaglio sei di destra???? Bragaglio convertiti al lato oscuro della poca intelligenza! Rottama il cervello, ormai ci sono questi due che pensano anche per te! Anni di feste dell’Unità ed ora ci sono questi due! Ma che salamelle facevamo mangiare????

RISPONDI