Mai più parcheggi selvaggi sulla salita del Castello. Presto strada transennata

0
Bsnews whatsapp

La Loggia ci lavora da un anno e mezzo allo sgombero delle auto che parcheggiano abusivamente lungo la salita del Castello, in via Brigida Avogadro. Ora i tempi sembrano essere maturati, come ha dichiarato l’assessore alla Mobilità, Federico Manzoni, al Corsera di Brescia: “Permessi e autorizzazioni sono arrivati da poco – ha annunciato -. La giunta ha firmato la delibera nelle scorse settimane: appena sarà concluso il bando di Brescia Mobilità, procederemo con i lavori”.

Bando che dovrebbe essere pronto entro il mese prossimo con una base di gara intorno ai 55 mila euro. Per impedire alle auto di parcheggiare verranno realizzate delle recinzioni di legno che hanno il "copyright" dell’architetto Vera Sabatti e hanno già ottenuto l’autorizzazione della Soprintendenza ai Beni architettonici e paesaggistici.

Una soluzione che non piacerà molto ai tanti che, specie nel fine settimana, utilizzano la salita per posteggiare l’auto e raggiungere in pochi passi la movida arnaldina. Una soluzione alla quale, invece, la Loggia pensa da tempo: “E noi, a differenza di chi ci precede, non facciamo annunci inutili: manteniamo le promesse”, ha precisato Manzoni al Corsera. Non resterà che trovare un’alternativa. Piazzale Arnaldo ne concede ben due: il vicino posteggio della ex caserma Goito a e il nuovo posteggio interrato realizzato da Brescia Mobilità (l’ex fossa). Entrambi a pagamento, però.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Bravo davvero continua cosi che chi deve andare al lavoro ti lascia metà stipendio per il parcheggio!!!! Ma ovviamente Brescia mobilità è da mantenere in qualche modo. Dovreste solo che vergognarvi!!!!!!!

  2. Mi scuso per l’ignoranza con l’avv.Manzoni, ma cosa vuol dire "recinzioni in legno che hanno il copyright dell’architetto Vera Sabatti", cioè di una Dirigente di Brescia Mobilità dipendente di di terza fascia (stipendio previsto da 80.000 a 120.000 euro l’anno). Si tratta di un cosiddetto "brevetto per invenzione" oppure no ? Essendo una dipendente, Brescia Mobilità pagherà la Sabatti per l’invenzione o si limiterà (opzione prevista dalla legge) ad un riconoscimento morale ? Semplice curiosità trattandosi di una dipendente "importante" che per cinque anni ha fatto parte del team di Direzione Progetto per la realizzazione del Metrobus.

  3. Il liutaio dovrebbe per prima cosa chiedersi se il termine "copyright" l’abbia usato di sua volontà l’estensore dell’articolo o se sia un virgolettato da attribuire a Manzoni. Perchè se ci trovassimo nel primo caso, potrebbe rivolgere le sue critiche alla redazione evitando il solito pistolotto.

  4. Il Corriere scrive testualmente: "Il progetto ha il copyright dell’architetto Vera Sabatti: è stato approvato dalla Soprintendenza ai Beni architettonici e paesaggistici". Il liutaio prende dunque lucciole per lanterne: ma l’importante è lamentarsi. Dal pan di spagna al credo religioso di Lacquaniti, dalla programmazione musicale del festival all’inquadramento di Vera Sabatti: dacci oggi il pistolotto quotidiano… Brutta cosa la crisi dell’edilizia: sono ormai sempre più rari i cantieri, alla recinzione dei quali mai mancavano i sommi critici…

  5. Oggi, mentre salivo in auto in Castello da P.le Arnaldo mi sono trovato davanti un burino con il SUV che, senza alcuna fretta e fregandosene della coda che causava cercava un parcheggio a destra tra le piante. Benvengano le transenne.

  6. . Tre post consecutivi, a raffica per esprimere il tuo livore infantile. Fai un salto a Chianciano; puoi curarti il fegato, per cominciare.

  7. Tranquilli, rilassatevi tutti non importa se a Chianciano, a Boario o a Fiuggi. E ricordatevi che in Italia, questo è il giornalismo domestico imperante, sono scomparsi i fatti. Pochi lo dicono, ancor di meno se ne accorgono e quasi nessuno li va più a cercare. Cosa li ha sostituti, le opinioni ovviamente. Ci risentiamo, ad maiora…

  8. e chi si reca al lavoro facendo i turni,maggioranza donne,alle 5.30 del mattino dove parcheggia?Chi ci protegge?Se fai il pomeriggio alle 13 dove trovi posto?Quando esci la sera alle 22 chi ci protegge?Il parcheggio Arnaldo è un fallimento e così hanno trovato il modo di riempirlo…a caro prezzo!!!

  9. Il progetto prevede l’uso di dissuasori di qualche ditta amica? No perchè l’esperienza di piazzale arnaldo insegna…… O no?????

RISPONDI