Strage di Piazza Loggia: tutti gli eventi organizzati in città

    0

    Proseguono le iniziative finalizzate a commemorare la strage di piazza della Loggia, avvenuta il 28 maggio del 1974. Mercoledì 27 maggio, alle 18, nel salone Vanvitelliano di Palazzo Loggia, si svolgerà la presentazione del libro del filosofo Emanuele Severino intitolato “Piazza della Loggia. Una strage politica”. Nell’occasione il sindaco Emilio Del Bono dialogherà con l’autore, Padre Rosino Gibellini e Giovanni Bazoli. Alle 20.30, nel Teatro San Carlino, in via Matteotti 6/a, Casa della Memoria presenterà il libro di Giovanni De Luna dal titolo “La Resistenza perfetta”. All’incontro interverranno, oltre all’autore, Rolando Anni e l’assessore alla Partecipazione dei cittadini Marco Fenaroli. Infine, alle 21, in piazza della Loggia, sotto il porticato di Palazzo Loggia, avrà luogo il concerto proposto dall’associazione filarmonica “Isidoro Capitanio” in collaborazione con l’Unione Società Corali Italiane (Usci) di Brescia e il Coro della Scuola popolare di musica, al quale parteciperanno i direttori Sergio Negretti e Giuliano Mariotti.

    Giovedì 28 maggio, alle 8.30, è in programma la celebrazione eucaristica presso il cimitero Vantiniano, alla presenza di monsignor Ivo Panteghini, delegato vescovile della Diocesi di Brescia. Sempre alle 8.30, in piazza della Loggia, si terrà la deposizione delle corone d’alloro presso la stele dei Caduti da parte delle delegazioni. Si tratta di un’iniziativa a cura dell’archivio storico “B. Savoldi e L. Bottardi Milani”, con l’intervento della voce narrante di don Piero Lanzi. Dalle 8.30 alle 13, nell’ambito del “Percorso della Memoria”, avrà luogo la sottoscrizione delle cartoline, che saranno spedite il 28 maggio stesso con annullo filatelico del 2015 e il francobollo del 41° anniversario. Il contributo – minimo 5 euro – contribuirà a sostenere il completamento del “Percorso della Memoria”, che consiste nella posa, da piazza della Loggia al castello, di diverse formelle in memoria delle vittime del terrorismo e della violenza politica. In occasione dell’annullo filatelico saranno presenti i rappresentanti delle Poste Italiane.

    Dalle 8.30 alle 10 si terrà un’iniziativa dell’assessorato alla Scuola del Comune di Brescia, del Consiglio Comunale dei Ragazzi e della Casa della Memoria. Il titolo è “Generazioni in piazza… per non dimenticare – Fiori, riflesso di memoria”. Nell’ambito dell’allestimento, oltre ai fiori a cura del Consiglio Comunale dei Ragazzi, saranno esposte le biografie delle otto vittime della strage e alcuni lavori che sono stati preparati per l’occasione. Le scuole di ogni ordine e grado e la cittadinanza sono invitate a portare un fiore, un disegno o un pensiero presso l’installazione. Sempre fino alle 10 è previsto l’intrattenimento del Coro dell’Istituto Comprensivo Sud 3, diretto da Giovanni Gulino e Franco Cagna.

    Alle 9.30 a Palazzo Loggia, invece, si svolgerà il ricevimento dei familiari dei caduti mentre, alle 10.12, saranno suonati otto rintocchi ai quali seguirà un minuto di silenzio in omaggio ai caduti. Alle 10.15 sarà possibile partecipare alla commemorazione ufficiale in piazza della Loggia, alla quale interverranno Luca Facciano, presidente della Consulta Provinciale degli Studenti, Margherita Asta, figlia di Barbara Asta, vittima di mafia ed Elena Lattuada, segretaria generale Cgil regionale Lombardia. A seguire dopo il comizio è prevista la cerimonia di inaugurazione di otto formelle, fra cui una dedicata alla strage di Parigi di Charlie Hebdo dello scorso 7 gennaio. L’iniziativa prevede, tra l’altro, la presenza della giunta del Consiglio Comunale dei Ragazzi e di due classi della scuola secondaria di primo grado “Tovini”. Parteciperanno alla cerimonia alcuni familiari delle vittime e il console francese Oliver Brochet che porterà un saluto.

    Alle 11.30, all’auditorium San Barnaba, in piazzetta A. Benedetti Michelangeli, si svolgerà l’incontro con gli studenti bresciani dal titolo “Storia, memoria, impegno civile”, al quale interverranno Emilio Del Bono, sindaco di Brescia, Pier Luigi Mottinelli, presidente della Provincia di Brescia e Giovanni De Luna, storico. Alle 15, sempre all’auditorium San Barnaba, la Flc Cgil presenterà il libro a cura di Giuseppe Magurno e Marina Renzi intitolato “Alberto Trebeschi. Una questione scientifica”. Interverrà, oltre agli autori, Pierpaolo Begni. A seguire saranno recitate quattro liriche tratte dalle opere di Bertolt Brecht, con musiche per soprano e orchestra d’archi composte da Daniel Espen ed eseguite dal soprano Yue Wu e dagli allievi del liceo musicale Gambara e dell’Ensamble Jazz del Conservatorio Luca Marenzio di Brescia.

    Nell’ambito dell’iniziativa “Corri per Brescia”, il Gruppo Sport e Memoria (assessorati allo Sport, Uisp, Aics, Csi, Fiab, BresciaRunning, Polisportiva “E. Natali”, Amici della bici “C. Ponzanelli”, Corri per Brescia, Gruppo podisti di Urago Mella, Ginnastica Artistica Ghedi) organizza la manifestazione sportiva “Brescia non dimentica 1974-2015”. Alle 19, in piazza Vittoria, sono in programma il ritrovo e la distribuzione della fascia “Brescia non dimentica”. Alle 19.30 in piazza Loggia gli sportivi renderanno omaggio alla stele dei caduti mentre, alle 19.45, avrà luogo la partenza dei corridori.

    Alle 20.45, la chiesa di San Francesco, situata in via San Francesco, ospiterà il Festival Pianistico Internazionale di Brescia e Bergamo, organizzato in collaborazione con la Fondazione Asm. Nell’occasione sarà proposto un concerto in memoria delle vittime della strage di piazza della Loggia, a cura della Filarmonica del Festival, diretta da Eduard Topchjan.

    Accanto all’allestimento “Fiori, riflesso di memoria”, in piazza sarà collocata l’installazione “Segni di libertà” a cura della classe 1^B del liceo artistico I.I.S. Tartaglia-Olivieri. Dalla sera precedente e per tutta la giornata del 28 maggio, in piazza della Loggia sarà presente l’artista Edoardo Malagigi con l’installazione “Libertà di matita”, che rappresenta una grande matita ispirata e costruita all’indomani della strage di Parigi. Oltre a Malagigi, la mattina del 28 maggio interverranno le classi 2^C e 3^C della scuola secondaria di primo grado “Tovini” che costruiranno alcune matite di cartone. Nell’occasione saranno distribuite altre matite che ricordano le stragi di Brescia e di Parigi.

    Contemporaneamente in piazza Rovetta sarà allestito un cubo dal titolo “Per non dimenticare”, realizzato da Tiziana Arici, Gabriella Goffi e Roberto Sissa. Sull’opera, che rappresenta il cuore pulsante della città che non dimentica, gli studenti e i cittadini potranno scrivere un proprio pensiero con le matite distribuite.

    Inoltre, dal 28 maggio al 20 giugno, presso “Laba Artist House” di corso Mameli, sarà allestita la mostra “La memoria dello sguardo” a cura del collettivo "Diaphragma Fracti”, composto da Martina Cemin, Lucrezia Carne e Federica Pasquali. Oltre all’inaugurazione, prevista il 28 maggio alle 19, si terrà anche un momento di intrattenimento. L’esposizione, che comprende 23 lavori delle allieve del dipartimento di fotografia della Laba, ospiterà, fino al 20 giugno, la matita di Malagigi. Infine si rammenta che nella giornata del 28 maggio, dalle 17 alle 23, si svolgeranno le iniziative organizzate dal comitato “PiazzadiMaggio”.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. #pernondimenticare#p ernondimenticare#per nondimenticare#perno ndimenticare#pernond imenticare#pernondim enticare#pernondimen ticare#pernondimenti care#pernondimentica re#pernondimenticare #pernondimenticare

    2. Crao camerata, guarda nella foto la Livia Bottardi nella mani del marito Manlio Milani, di fatto già morta dilaniata dalla bomba dei camerati tuoi compari ed amici. E poi datti una capocciata contro il muro. E’ l’unco modo per tentare, con grandissima difficoltà, di ravvederti…

    3. Ma tra i vari eventi era compresa la rimozione della formella dedicata a Sergio? Chissà come mai proprio lui, chissà come mai così poco scalpore… Chissà se fosse successo ad una formella di sinistra, di una vittima… Apriti cielo! Come sempre seria A e serie B! Vergogna!!!!!

    4. quando leggo commenti come i suoi mi convinco che certe persone quando il buon Dio distribuiva l’intelligenza erano a farsi un giro da un’altra parte

    5. I morti hanno in comune solo la morte. quello che hanno fatto in vita rimane.
      In Germania nessuno si sogna di posare ‘formelle’ a ricordo di neonazisti.
      Fattene una ragione: il fascismo non è un’alternativa né politica, né sociale, né economica, né finanziaria, né culturale alla democrazia. Oppure fatevi un vostro staterello fascistello e divertitevi tra di voi. Noi restiamo di qua, a ridere.

    LEAVE A REPLY