Una sfera di ombrelli in ricordo della Strage di Piazza Loggia

0

Nella giornata della vigilia del 41esimo anniversario della Strage di piazza Loggia, dove morirono otto persone e ne restarono ferite un centinaio, in piazza è comparsa una palla gigante formata da decine di ombrelli aperti. Aperti come quel giorno di 41 anni fa quando durante una manifestazione scoppiò la bomba che trasformò per sempre le coscienze dei bresciani.

L’autore dell’opera è Eros Mouroner e l’installazione resterà in piazza Loggia fino a venerdì, proprio in ricordo della strage e delle sue vittime. Nel frattempo ieri è iniziato il processo a Milano a carico di Carlo Maria Maggi e Maurizio Tramonte.

Questa sera alle 18 nel salone Vanvitelliano di Palazzo Loggia, si terrà la presentazione del libro di Emanuele Severino “Piazza della Loggia. Una strage politica” e saranno presenti l’autore, il sindaco Emilio Del Bono, padre Rosino Gibellini e Giovanni Bazoli. Due ore più tardi al San Carlino un’altra presentazione di un libro. Questa volta sarà l’autore Giovanni De Luna a parlare de «La Resistenza perfetta» con Rolando Anni e l’assessore Marco Fenaroli. Infine, alle 21, sotto il portico della Loggia, si terrà il concerto dall’associazione filarmonica “I. Capitanio”, mentre in piazza la sfera del ricordo continuerà a "girare".

Comments

comments

1 COMMENT

  1. personalmente la adoro, anche quella mattina pioveva…mi ha messo i brivi quando l’ho vista questa matina mentre passavo dalla piazza

  2. credo che indipendentemente da questa installazione le nostre piazze meriterebbero tanta arte contemporanea in più…al posto del biogio e delle polemiche facciamo crescere l’arte

  3. studia di più caro! L’arte da sempre fa discutere, da ben prima di Leonardo o Michelangelo. Anche ai giorni nostri l’arte è anche polemica (intelligente magari..). Studia

LEAVE A REPLY