Internazionali femminili a Brescia: 21 incontri previsti per oggi

0
Bsnews whatsapp

Sono diventate sette le giocatrici italiane nel tabellone principale del 50 mila dollari del Forza e Costanza. Gli Internazionali di Brescia, il più importante torneo femminile nello Stivale dopo Roma, hanno visto Claudia Giovine promossa dalle qualificazioni, oltre a Cristiana Ferrando e Martina Trevisan ripescate grazie ai forfait della lussemburghese Minella e della cinese Zhang, rispettivamente numero 8 e 3 del seeding. Proprio la Trevisan, 21enne toscana, aveva ben impressionato contro l’olandese Rus ma è apparsa decisamente più contratta in una partita tecnicamente meno difficile, di fronte alla francese Georges. Sembrava riuscita a raddrizzare un incontro cominciato male, Martina, invece nel finale una serie di errori gratuiti l’ha condannata a una sconfitta difficile da digerire. A salvarla, il ripescaggio, che le ha consegnato un pass per il main draw in qualità di lucky loser. La pugliese Giovine, invece, è riuscita a domare un’altra promessa come la ligure Ferrando, superata per 6-4 6-2 grazie a un maggior peso di palla che le ha consentito una certa sicurezza lungo tutto l’incontro. Subito dopo aver vinto, la brindisina è andata a tifare davanti alla televisione per la cugina Flavia Pennetta, sconfitta negli ottavi al Roland Garros. La venezuelana Gamiz e la spagnola Cavalle Reimers le altre due qualificate.

 

A proposito di Spagna, ha impressionato la 18enne Sara Sorribes Tormo, ragazzona dal tennis solido, ma che oltre alla regolarità propone qualcosa di diverso, con frequenti incursioni a rete e pure qualche giocata strappa-applausi, come un tweener (il colpo sotto le gambe reso famoso da Federer) che le ha consegnato un punto nel secondo parziale. Di recente, la promessa iberica ha tolto una set a Sara Errani sulla terra americana di Charleston, e questo la dice lunga sulle sue qualità, in particolare sul lento. Nell’altro incontro di primo turno, la svizzera Romina Oprandi ha mostrato lampi di classe nel successo in due set sulla 17enne bielorussa Shymanovich, una di cui comunque sentiremo parlare. L’elvetica, che ha anche passaporto italiano e qualche anno fa fu convocata in Fed Cup da Corrado Barazzutti, ha proposto il solito repertorio di palle corte e tagli assortiti, per disinnescare le bordate della rivale fino al 6-3 6-4 conclusivo. La giornata di domani è la più ricca dell’intera settimana, con ventuno partite in programma tra singolo e doppio, su quattro campi a partire dalle ore 9. Da seguire con attenzione tutti i match delle italiane, e in particolare il derby tra la romana Nastassja Burnett e la brianzola Georgia Brescia, due delle migliori nel panorama delle giovani azzurre. Martina Trevisan proverà a lasciarsi alle spalle l’amara sconfitta con la Georges, anche se la sua avversaria, la 25enne di Vaduz Stephanie Vogt, rappresenta un ostacolo piuttosto duro. Curiosità per la sfida tra Claudia Giovine e la romena Sorana Cirstea, ex numero 21 al mondo, nobile un po’ decaduta ma comunque non rassegnata. Per l’italiana è una buona occasione di rientrare nel giro del tennis che conta.


Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI