Profughi, il 20 per cento di quelli che arrivano a Brescia scappano altrove

0
Bsnews whatsapp

Sono circa il 20 per cento i profughi che, dopo essere arrivati a Brescia, si sono persi nel nulla. Uomini e donne, meno di 150, che una volta arrivati al centro Pampuri di via Corsica per l’identificazione e il successivo smistamento nei vari centri di accoglienza della provincia, decidono di continuare il viaggio da soli verso altre mete, nella maggior parte dei casi aiutati da connazionali che riescono a farli espatriare verso il Nord Europa, Francia e Germania.

Secondo quanto riporta il Corsera di Brescia si tratterebbe per la maggior parte di immigrati di origine somala ed eritrea. La scorsa settimana una ventina di donne eritree, subito dopo l’èarrivo a Brescia, ha fatto perdere le sue tracce. La fuga verso un posto migliore però rappresenta anche l’uscita dalla macchina burocratica istituzionale che gestisce i profughi che a quel punto diventano clandestini a tutti gli effetti e non potranno godere dell’accoglienza. La libertà ha un prezzo.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. ma ci crede solo il Corsera vero a questa balla? Forse il Corsera non vede gli extracomunitari sfaccendati tutti i giorni? Ma davvero crediamo queste balle? Per darci una idea della REALTA’ bisogna sapere che per gli accordi europei quando un extracomunitario viene identificato resta nel Paese in cui lo stesso viene identificato. Questi extracomunitari quindi posso andare ovunque ma qua tornano. Perchè se leggiamo (oltre al Corsera) due giornali internazionali vediamo che tutti i Paesi europei (anche la civilissima e sinistrorsa Danimarca) è preoccupata dell’invasione. Durante tutto il periodo elettorale tutti i partiti hanno chiarito che moltissimi dei soldi spesi dall’Europa in Italia per gli extracomunitari sono proprio per incrementare l’efficacia dell’identificazione (alias lì sono e ì devono restare). Una preghiera al Corsera ed ai suoi collaboratori se leggete queste due righe informate anche su questo i Cittadini. O non è allineato alla vostra condotta editoriale…??

  2. Mi spiace dirlo perchè sono sempre stato un lettore del Corriere della Sera, ma sulla questione immigrazione ha assunto una posizione chiaramente filo governativa, tipo Repubblica. Le poche voci in contrasto sono state cacciate (vedi il caso di Ostellino) .

RISPONDI