L’ultimo lavoro della carriera di Christo sarà quello sul Sebino. Ieri la cittadinanza onoraria

0
Bsnews whatsapp
Una sorta di testamento spirituale, di ultimo lavoro a simboleggiare una lunga carriera dipanatasi in lungo e in largo su tutto il globo terrestre fino alla nostra provincia. L’occasione della consegna della cittadinanza onoraria a Christo da parte del Comune di Sulzano è stata utile per capire ancora di più l’eccezionalità di ciò che avverrà sulle acque del Sebino dal 20 giugno al 5 luglio 2016.
L’artista newyorkese si dimostra come sempre cordiale e per nulla spocchioso al cospetto del pubblico che ha assistito alla cerimonia di conferimento della cittadinanza onoraria. La motivazione che ha portato al riconoscimento viene spiegata dal sindaco Paola Pezzotti, le cui parole sono riportate da Bresciaoggi: "Christo, che ha l´umiltà di chi sa conquistare il cuore delle persone con il proprio spirito prima ancora con la propria fama, si è fatto ambasciatore nel mondo dell´eccezionalità del nostro territorio. Nel 2016 potremo godere dell´evento in tutta la sua materialità, pur tuttavia già oggi possiamo riconoscere a Christo di aver offerto al nostro comune la straordinaria opportunità di essere annoverato tra i luoghi d´arte più famosi del mondo e di essere conosciuto per la sua bellezza e unicità. Benvenuto tra noi Christo!".
L’artista non si è sottratto alle domande, e le risposte aiutano a capire cosa succederà tra un anno. E’ stato confermato che l’installazione durerà solo 16 giorni, dal 20 giugno al 5 luglio 2016, nessuna proroga anche in caso di afflusso straordinariamente numeroso di pubblico (per intendersi: oltre al milione di persone ipotizzato ad oggi). E’ stato Christo stesso poi a raccomandare come usufruire della passerella: "Niente scarpe né calze: meglio camminare a piedi nudi sul tessuto che rivestirà il mio ponte: un modo molto sexy di goderselo". Infine la conferma sulla fine della sua carriera: "Non ci sarà più nessun pontile galleggiante firmato da me in nessun altro angolo del mondo". Insomma: saremo fortunati ad usufruirne in casa nostra.
(red.)

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

RISPONDI